Rugby, facile vittoria per Imola contro l’Abruzzo

Imola Rugby vs Abruzzo Rugby 73-7 (42-7)

IMOLA: Bianconcini, Casolini, Donattini, Sermenghi (16’st Polidori), Scalerandi, Martino (29’st Dal Prato), Carluccio (9’st Giacomoni), Calderan, Romano, Zimari (25’st Nobile), Olivato F, Sabbioni (16’st Monduzzi), Ferrari (9’st Marabini), Pilani (5’st Poppa), Ottavi. All. Sermenghi. Prep. Fisico Raffin.

Primo tempo

2’ meta Scalerandi- trasformazione Scalerandi (7-0)

11’ meta Calderan- trasformazione Scalerandi (14-0)

15’ meta Calderan- trasformazione Scalerandi (21-0)

26’ meta tecnica per l’Imola (28-0)

31’ meta Abruzzo- trasformazione (28-7)

38’ meta Calderan- trasformazione Scalerandi (35-7)

42’ meta Bianconcini- trasformazione Scalerandi (42-7)

Secondo tempo

6’ meta Scalerandi- trasformazione Scalerandi (49-7)

10’ meta Scalerandi- trasformazione Scalerandi (56-7)

15’ meta Calderan- non trasformata (61-7)

30’ meta Nobile- non trasformata (66-7)

36’ meta Polidori- trasformazione Scalerandi (73-7)

 

 

Il tornado Imola Rugby si abbatte anche sull’Abruzzo e non lascia scampo ai malcapitati avversari: nella prima gara casalinga della Poule Promozione infatti, i ragazzi di Sermenghi rifilano un netto 73 a 7 a Chieti, centrando la vittoria più larga da inizio campionato. La lunga pausa dovuta al 6 Nazioni (l’ultimo match ufficiale dei rossoblù era datato 27 gennaio) non inceppa il prolifico attacco imolese, che segna la bellezza di 11 mete, di cui ben 7 nei primi 40’, che permettono a Scalerandi e compagni di andare all’intervallo in vantaggio sul 42 a 7, per poi arrotondare il punteggio nella ripresa. Chiave di volta del successo romagnolo, oltre alla convincente prestazione offensiva, la capacità dei trequarti rossoblù di neutralizzare il gioco maschio e aggressivo degli ospiti, mai realmente in grado di impensierire l’Imola. Dopo due giornate, la squadra di Sermenghi rimane quindi a punteggio pieno e si prepara al prossimo impegno, che vedrà i rossoblù di scena in casa di Bologna 1928 (3 marzo 2019).

 

LA CRONACA– Grande approccio al match dei padroni di casa, che partono a mille e trovano dopo appena 2’ la prima meta, firmata Scalerandi. Proprio l’italoargentino è, insieme a Calderan il protagonista della partita, colpendo l’Abruzzo anche con un’ottima precisione nei calci piazzati. Dopo il parziale iniziale di 28 a 0, gli ospiti trovano i primi punti intorno alla mezz’ora, ma è fuoco di paglia, perché Imola riprende saldamente in mano le redini della partita e segna altre due mete prima dell’intervallo. Ad inizio ripresa, ancora Scalerandi con giocate di livello mette al sicuro il risultato, prima che Sermenghi operi la classica girandola di cambi. Ma l’attenzione e la concentrazione in casa Imola rimangono altissime, tanto che le ultime due mete di giornata vengono siglate dai due neoentrati Polidori e Nobile, a testimonianza della qualità e della profondità della rosa rossoblù.

 

“E’ stata una gran bella giornata per l’Imola Rugby- commenta a fine gara il Direttore Tecnico Raffin- a partire dalla presentazione nel pre-partita delle divise da gioco celebranti il Quarantennale. Riguardo alla partita, sono molto soddisfatto perché i ragazzi hanno messo in campo quanto preparato in settimana. In particolare, negli ultimi tempi, ci siamo concentrati sulla preparazione fisica in palestra e attitudine alla lotta, avvalendoci anche del prezioso contributo dell’Unione Sportiva Lotta Imolese e dell’ex campione olimpico Andrea Minguzzi, che ringrazio calorosamente: direi che nella gara di oggi, si sono visti netti miglioramenti in questo ambito”.


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *