Football americano, nulla da fare per i Warriors

Parma – Warriors 35-15

I Carpanelli Warriors sapevano bene che l’impegno di domenica scorsa sarebbe stato di quelli “ai limiti delle possibilità”.

Malgrado ciò i ragazzi di Coach Longhi hanno cercato di dare il massimo che non è bastato contro una formazione in grado di schierare grandi giocatori ed allenatori e soprattutto che non nasconde affatto ambizioni di alta classifica soprattutto da quando il proprio pacchetto USA è stato decisamente rinforzato.

21 a 13 alla fine della prima metà di gioco per i padroni di casa, con finalmente di ottimi TD del runningback James Flanders con due corse da quasi 120 yards in totale.

Poi il ritorno delle pantere ha complicato la vita alla difesa dei Blue che hanno alternato grandissime giocate (una safety corale finalizzata da Andrea Mirenda) a qualche colpevole lettura nelle tracce dei ricevitori avversari.

In ogni modo Bologna esce a testa alta e dimostra che, seppur azzerate le possibilità di entrare tra le prime sei della classifica, è certamente in grado di lottare per le migliori posizioni di quelli che non andranno nei playoff, non volendo affatto risultare, alla fine dei giochi, la nona squadra su nove formazioni.

L’obiettivo salvezza passerà dalle ultime due uscite a Bergamo e a Torino contro Lions e Giaguari, dirette interessate per la sopravvivenza nella massima serie.
La Division I° ha dimostrato di avere uno scotto da pagare. Gli errori e le sfortune dell’inizio del torneo hanno presentato un conto salato.

Con un record di 0/5 i Carpanelli Warriors oggi vedono la schiena del gruppo, ma le somme si tireranno alla fine della regular season, e sarà solo quello il vero momento di fare bilanci e prendere decisioni. Oggi il Team è quello che abbiamo visto a Parma e che ha lottato contro un’altra formazione tra le più quotate del torneo.

Questo è già più che sufficiente per avere tutte le carte in regola per affrontare le ultime tre gare con ancora maggiore determinazione, ad iniziare già sabato prossimo, 4 maggio, quando alle 21 arriveranno all’Alfheim Field i Guelfi Firenze, un altro Team di grandi abizioni e di acclamati americani che stanno dando grandi grattacapi ad ogni avversario affrontato.
Sarà un piacere vederli alla Lunetta Gamberini, ma non sarà loro regalato nulla perchè i Blue ci crederanno fine alla fine.

(Foto fornita dalla società)


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *