Under 21, è iniziato il conto alla rovescia con la presentazione al Panathlon

Ad un mese dal via, l’Europeo Under 21 di calcio è stato il protagonista del conviviale di maggio del Panathlon Bologna 1957. Oltre che sull’aspetto tecnico – con gli azzurrini di Di Biagio inseriti nel girone A a Bologna e Reggio Emilia con Spagna, Polonia e Belgio; gara inaugurale Italia-Spagna domenica 16 giugno al Dall’Ara – la serata è stata l’occasione per parlare soprattutto dell’aspetto organizzativo. Presenti infatti Andrea Stefani, ex assistente arbitrale e Project Leader del torneo per la Federazione Italiana Giuoco Calcio, e due alti rappresentanti della Federazione Sammarinese Giuoco Calcio, il presidente Marco Tura e il segretario generale Luigi Zafferani. L’Europeo Under 21 2019 sarà infatti coorganizzato dalla FIGC e della FSGC.

“L’Europeo Under 21 non è una manifestazione di calcio giovanile – ha esordito Stefani – perché in campo vanno ragazzi già ben conosciuti dal grande pubblico e che hanno già giocato partite di alto livello. Anche per questo ci aspettiamo che il pubblico risponda numeroso e, per andare incontro ai tifosi, abbiamo fissato prezzi popolarissimi: 5 euro per gli adulti e 3 euro per gli Under 21”. L’ex assistente arbitrale, che in carriera vanta la finale Champions League 2013 e la finale del Mondiale 2014, ha poi illustrato il progetto #TifiamoEuropa: “Insieme al Ministero dell’Università e della Ricerca abbiamo pensato a qualcosa per coinvolgere le scuole ed è così che è nato #TifiamoEuropa. Lo scopo è quello di sensibilizzare i giovani ad un tifo sano, senza pregiudizi di nessuno tipo, improntato al rispetto dell’avversario a partire dall’inno”. Il progetto è stato poi allargato anche alle scuole calcio, ai club e alle associazioni: tutte le info si possono trovare su https://tifiamoeuropa.eu/. Stefani ha infine aggiunto che durante il torneo ci sarà il VAR e che ogni nazionale organizzerà nel proprio ritiro delle giornate dedicate ai piccoli tifosi.

Il Presidente Tura ha voluto sottolineare quanto conti per San Marino questo torneo: “Per noi come Federazione è un’occasione unica perché non so quando potremo organizzare di nuovo un torneo di questa portata. È un avvenimento importante che ci permette di mostrarci agli occhi del mondo come coloro che fanno qualcosa e non accettano solo di partecipare. È un’organizzazione complessa, difficile ed impegnativa ma stiamo tenendo il ritmo prefissato grazie anche alla collaborazione con la FIGC. Noi abbiamo avuto la fortuna di ospitare un girone straordinario con Francia, Inghilterra e Croazia più la Romania che sarà molto insidiosa per tutti. Sono convinto che questo Europeo U21 possa essere il migliore di sempre”.

Il Segretario Generale Zafferani si è invece soffermato sugli aspetti logistici: “L’organizzazione è partita già da molto tempo. L’evento è importante e non possiamo farci trovare impreparati. Con il nostro staff abbiamo messo in piedi una macchina per arrivare a giugno preparati e all’altezza del torneo. Abbiamo iniziato ad allestire anche la città, con cartelloni ad hoc. Per il calcio sammarinese è un’ottima occasione di vetrina ma anche di promozione: stiamo lavorando molto con i settori giovanili e porteremo allo stadio tutti i nostri ragazzi”.

Alla serata hanno preso parte anche il Questore di Bologna Gianfranco Bernabei, il presidente dell’Area 5 Emilia Romagna-Marche del Distretto Italia Luigi Innocenzi e il presidente della LND Emilia Romagna Paolo Braiati.


Article Tags:
Article Categories:
News Calcio provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *