Serie B2 femm, netto successo del Csi Clai

Serie B2 – 2° giornata andata

GSFRUVIT ROVIGO-CSI CLAI IMOLA 0-3

(Parziali: 16-25 / 17-25 / 18-25)

Rovigo: Coltro, Ghiotti 1, Sghibuola, Toffanin 6, Bau 1, Fyda 2, Ferroni ne, Bolognesi 5, Marini 4, Franzoso (lib), Beriotto 5, Tridello ne. All: Bissacco

Imola: Piva ne, Devetag 12, Bombardi 1, Cavalli 7, Dal Monte (lib), Ferracci 9, Folli 3, Ricci Maccarini (lib), Caboni ne, Melandri 6, Zanotti ne, Collet 7, Tesanovic 6, Gherardi 2. All: Turrini

Arbitri: Nassiz e Ellero

Continua a vincere e a convincere la Csi Clai Imola che stana a domicilio il Gruppo Sportivo Fruvit Rovigo con un rotondo e mai in discussione 3-0. Sugli scudi, alla banda, Sofia Devetag (12 punti) e la palleggiatrice Cavalli, ottima sia in regia che in fase offensiva con un bel bottino personale (7 punti).

La squadra di Manuel Turrini non soffre praticamente mai contro le venete, brave soprattutto ad inizio match col vantaggio 7-4. Da lì le imolesi trovano le misure di un campo piuttosto difficile, in una palestra molto spaziosa e dispersiva. L’ace di Elisa Ferracci impatta il punteggio sul 7-7 ed apre la strada del sorpasso per le ospiti che scappano 10-13, poi il 10-15 che arriva al termine di una spettacolare azione collettiva in difesa, culminata dal muro della Collet. La Csi Clai non si ferma più e prosegue verso l’1-0, con il 13-20 che non lascia spazio a repliche. Nel frattempo entra Francesca Folli a dar respiro alla Collet, poi il capitano Sofia Cavalli chiude i conti con un bell’attacco di seconda che vale il 16-25.

Al cambio campo, le rodigine provano a dar fastidio alle biancoazzurre (4-3), ma Giulia Collet infila due ace nel proprio (lungo) turno di battuta, che firmano il 4-7 ospite. Le mani della Ferracci a muro inchiodano sul 5-9 le venete che hanno un sussulto d’orgoglio che le riporta sotto sul 15-16. Le imolesi sono brave a non eecedere mentalmente e, con l’ace di Sofia Cavalli, premono sull’acceleratore per il 15-20 che è il preludio del 16-22 e del 17-25 (firmata dalla neo-entrata Gherardi) che porta in cassaforte il primo punto della serata sul 2-0 nel computo dei set.

Il terzo parziale inizia come i precedenti con Rovigo in partita sul 4-4, prima della fiammata imolese per il 4-8 con l’ace della Ferracci. L’altro ace firmato Cavalli pare lanciare Imola (7-12), ma le venete reagiscono con due ace, raggiungendo il 10-13. Coach Turrini chiama il time out e fa calare la nebbia sulla metà campo avversaria: la Clai scappa 12-19, grazie anche all’apporto delle giovani Folli e Gherardi. Il 12-20 arriva proprio con l’attacco della banda mordanese che costringe coach Bissacco a richiedere il time out. Rovigo reagisce e risale la china sul 16-22, prima del gran “rigore” di Sofia Devetag che, in pratica, congela il match (24-17). Il match point è un regalo in battuta della GSFruvit Rovigo che manda tutte le atlete sotto la doccia.

Esulta la Csi Clai Imola, esulta coach Manuel Turrini che trova 3 punti comodi e, tutto sommato, in scioltezza in una trasferta assolutamente non facile alla vigilia.

Secondo posto in classifica in coabitazione per le imolesi con la Libertas Forlì a 5 punti, alle spalle delle reggiane della Gramsci Pool Volley e della Us Rubierere, entrambe a punteggio pieno (6 punti).

Prossimo turno, al PalaRuscello, contro proprio la capolist Gramsci Pool Volley, domenica 28 ottobre alle ore 18,00.


Article Tags:
Article Categories:
News Volley

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *