Rugby, Imola prosegue la sua marcia vincente

IMOLA RUGBY vs FORLI’ RUGBY 27-17 (12-14)

Imola Rugby: Bianconcini (35’pt Giacomoni), Casolini, Donattini, Sermenghi (6’st Polidori), Scalerandi, Martino, Carluccio, Romano, Monduzzi, Zimari (11’st Calderan), Olivato F., Olivato R. (11’st Sabbioni), Ferrari (34’st Marabini), Pilani, Ottavi.

A disp. Dal Prato, Vespertino.

All. Fabio Sermenghi – Prep. Fisico Stefano Raffin

 

Primo tempo

23’ meta Pilani- non trasformata (5-0)

31’ meta Forli- trasformata (5-7)

36’ meta Casolini- trasformazione di Scalerandi (12-7)

40’ meta Forlì- trasformata (12-14)

 

Secondo tempo

18’ calcio di punizione Forlì (12-17)

24’ meta Polidori- non trasformata (17-17)

30’ meta Calderan- non trasformata (22-17)

39’ meta Martino- non trasformata (27-17)

 

Soffre a lungo, rischia di crollare, ma, proprio nel finale, l’Imola Rugby tira fuori gli artigli e porta a casa l’ennesima vittoria della propria strepitosa stagione. Al “Zanelli-Tassinari” va in scena la sfida forse più combattuta ed equilibrata dell’intera annata: Forlì infatti, proprio come nella gara di andata, si dimostra un osso durissimo per la formazione di Sermenghi, soprattutto dal punto di vista fisico e mentale. I rossoblù commettono il grave errore di approcciare in maniera troppo soft al derby, andando sì in vantaggio grazie ad una meta di Pilani al 23’, ma subendo poi la pronta reazione ospite, che permette a Forlì di chiudere la prima frazione in vantaggio sul 14 a 12. All’intervallo, la strigliata di coach Sermneghi prova a scuotere i ragazzi di casa ma, nonostante qualche avvicendamento dalla panchina, l’avvio di ripresa è ancora tutto di marca forlivese. Verso la metà del secondo tempo, ecco la svolta della partita: Imola alza l’intensità e la qualità dlla propria manovra offensiva e trova il pareggio grazie ad una segnatura di Polidori (17 pari al 24’). Forlì accusa il colpo e abbassa il proprio baricentro, la Sermenghi band prende coraggio e continua a fare la partita, trovando le mete finali che chiudono la contesa, firmate Calderan e Martino.

“Attendavamo un calo fisico dopo tante settimane di alte prestazioni, ed il fatto che abbia coinciso con il gran caldo ed il cambio di orari non lo considero un caso – commenta a caldo il Direttore Tecnico Raffin – questo ovviamente non vuole essere un alibi, quanto piuttosto un fattore che l’intero staff aveva tenuto in conto. Ora ci attende un calendario denso prima della volata finale e valuteremo come gestire al meglio le prossime gare”.

 

Con i 5 punti raccolti nel derby, Imola sale a quota 30 punti in graduatoria, che le consentono di mantenere un cospicuo vantaggio sulle inseguitrici. Il prossimo incontro (7 aprile) vedrà i rossoblù impegnati in casa dell’Abruzzo Rugby.  

 

ALTRE PARTITE DI GIORNATA:

U.R. San Benedetto- Pol. Abruzzo Rugby 102-5

Highlanders Formigine- Bologna 1928 55-29

 

CLASSIFICA: IMOLA RUGBY 30, U.R. San Benedetto 21, Formigine 20, Rugby Forlì 10, Pol. Abruzzo Rugby 9, Bologna 1928 0.


(Foto fornita dalla società)


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *