Pallamano, al Sassari il big match con il Romagna

Serie A2

2° giornata di ritorno

ROMAGNA HANDBALL-RAIMOND SASSARI 14-25 (p.t. 9-13)

Romagna: Martelli, Sami, Gollini 1, Leotta, Amaroli, Babini, Medri 1, F.Tassinari 2, Andalò 1, La Posta, O.Boukhris 3, Bosi 1, Luppi, Panetti, Folli, Rotaru 5. All: D.Tassinari

Raimond: Casada, Giordo, Manca 1, Pinnonen 4, Del Prete 1, Cantore 10, Gulam 5, Bertolez 1, Vosca, Bomboi 2, Pischedda, Delogu 1. All: Passino

Arbitri: Marcelli e Ramoul

 

Il Romagna esce ridimensionato dal big match casalingo contro la capolista Raimond Sassari che mostra i muscoli alla Cavina. Al 60’ esultano Casada e compagni che superano indenni una trasferta alla vigilia complicata. Il Romagna sbaglia troppo in attacco, contro una difesa ruvida e potente dei sardi. Nonostante una super prestazione di Martelli tra i pali, i locali escono sconfitti 14-25, per via di troppi errori al tiro nei momenti cruciali.

 

La cronaca

 

Una doppietta di Cantore offre il rimo vantaggio ai sardi sul 2-4 dopo 5’. Dall’altra parte è Lorenzo Martelli a firmare 5 parate consecutive che lasciano invariato il punteggio. Al 9’ è Alex Rotaru ad accorciare sul 3-4. All’11’ è Gulam a firmare il 3-6. Si segna poco, a metà frazione Sassari è avanti 4-7.

In questo frangente Martelli continua a macinare parate, mentre in attacco il Romagna è irretito dalla difesa dura ed attenta della Raimond. Dopo l’ennesima strepitosa parata di Martelli, è Rotaru a realizzare di potenza il -1 (8-9) a 7’ dall’intervallo. Fino a questo momento poche emozioni vere, ad esclusione delle parate di Martelli e di qualche rete in bello stile di Boukhris e compagni. Troppi errori in attacco stanno vanificando il buon lavoro difensivo. A 2’ dalla sirena l’ennesima rete di Cantore firma il 9-12. Al riposo ci si arriva sul 9-13.

Ad inizio ripresa Gulam apre un varco importante (10-15) con una doppietta. In 9’ solo due reti di Rotaru per il Romagna che non riesce a sfruttare la serata di grazia di Martelli tra i pali. La rete in contropiede di Ernesto Andalò ridà entusiasmo ai suoi (12-15 al 10’), ma a metà frazione ancora Cantore dalla distanza centra il 12-17. La serata negativa al tiro prosegue con gli errori in successione, compresi due rigori di capitan Tassinari. A 11’ dalla sirena finale il Romagna è fermo sul 12-19 con la rete di un monumentale Juan Cantore dalla distanza. La rete di Pinnonen pare mettere in ghiacciaia il risultato (12-20) a meno di 10’ di gioco. Il finale non regala altre emozioni con i padroni di casa che tentano almeno di accorciare il divario (14-23), con Giacomo Sami protagonista di almeno 3 parate in bello stile.

 


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *