Kung Fu, ottimi risultati per i Warriors Imola

Sabato 9 e domenica 10 marzo si è svolto a Zola Predosa (BO) il trofeo nazionale di sanda e di kung fu tradizionale. Quasi 600 atleti partecipanti e fra essi cinque atleti del Warriors Kung-Fu team del maestro Giovannini. Questi partecipavano sia nelle forme che nel combattimento libero ed hanno ottenuto complessivamente due argenti, un bronzo, poi un quarto, un quinto e un sesto posto.

 

Lo scorso weekend il Warriors Kung-fu team, la squadra della Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Giovannini, è stata impegnata in una competizione nazionale di alto livello, chiamato sandamania per le discipline di combattimento a contatto pieno e kings of kung- fu per le forme degli stili tradizionali.

Le competizioni si sono solte in contemporanea alla Coppa Italia degli stili codificati di wushu moderno.

Alla manifestazione partecipavano oltre 500 atleti di atleti provenienti da tutta la nazione, da nord a sud, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta.

Sabato 9 si è svolto tutto il trofeo “sandamania”, ovvero tutte le discipline da combattimento. Tra essi era presente un atleta dei warriors di Imola che si è fatto notare e distinguere. Francesco Farolfi partecipava nella categoria juniores 56 kg e ha fatto un ottimo incontro dominando l’avversario. Purtroppo ha subito a due ammonizioni, uno a causa di problemi burocratici e uno per non aver rispettato il tempo minimo tra due colpi. Queste ammonizioni gli sono valse la sconfitta ai punti, nonostante la sua prestazione sia stata leggermente superiore all’avversario, superiorità che non è bastata a vincere, ma che è stata sufficiente per farsi notare da giudici e allenatori che hanno fatto i complimenti a lui e al maestro Giovannini.

Nella stessa giornata era presente anche la giovane atleta Nadia Lo Sapio, perché teoricamente avrebbe dovuto gareggiare in questa giornata nelle forme di taolu tradizionale. Alle 21.30 la Federazione ha tuttavia annunciato che per motivi organizzativi le discipline di taolu tradizionale si sarebbero svolte il giorno dopo. Così Nadia insieme al maestro Giovannini sono tornati a casa e ritornati per la gare che è ripresa l’indomani mattina alle 8.

Domenica 10 si sono svolte tutte le gare di forme tradizionali del troveo “kings of kung fu”, trofeo interstile di taolu tradizionale. Come accennato le competizioni sono riprese alle 8 e la prima atleta di tutta la giornata è stata l’allieva di Giovannini, Nadia Lo Sapio, nella categoria cadette che ha fatto un’ottima performance, ma a causa dell’organizzazione è riuscita ad ottenere “solo” un buon quinto posto. Dopo di lei è stata la volta di un’altra atleta dei warriors, Laura Guerra, classe senior che ha ottenuto un importante quarto posto con una gara di buon livello. Successivamente, nella categoria Junior maschile sono saliti in campo Lorenzo Loreti e Francesco Farolfi che hanno ottenuto entrambi un ottimo risultato. Francesco si è classificato al secondo posto e Lorenzo al terzo dimostrando una crescita continua. Infine nella classe senior maschile è stato il turno di Niccolò Tonin che in una categoria impegnativa e di alto livello ha ottenuto un sesto posto di degno rispetto.

I Warriors di Giovannini si sono così fatti notare in questa gara interstile e si confermano tra i migliori d’Italia negli stili tradizionali e in particolare negli stili del sud.

 

Il Warriors kung fu team, la scuola del maestro Giovannini, è brench school della International Longzhao kung fu Association, del maestro Zanetti Maurizio.

 


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *