Baseball, doppietta della Fortitudo contro Parma

Nel ricordo di Umberto Calzolari, il Professore, uno dei più grandi del baseball bolognese, appena scomparso e ricordato oggi pomeriggio al Gianni Falchi, si è giocato il recupero della partita rinviata ieri sera per impraticabilità del campo dopo il violento acquazzone che si è abbattuto su Bologna.
La UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna si è facilmente affermata sul ParmaClima, battuto nella seconda gara del quinto turno del girone di ritorno del campionato di baseball di serie A1 con il risultato di 11 a 1 dopo sette riprese di gioco, con gara sospesa per manifesta superiorità. La Fortitudo Baseball ha costruito la sua gara offensiva sulle battute pesanti, con quattro fuoricampo ottenuti da Lampe, Mazzanti, Nosti e Maggi e un doppio da tre punti di Dobboletta. Viceversa i ducali non sono riusciti a scardinare la difesa biancoblu e ad impensierire il lanciatore partente Rivero, tranne quando al quarto inning hanno ottenuto il provvisorio pareggio dopo il vantaggio biancoblu sul “solo homer” dell’olandese al secondo inning.
È infatti Gilmer Lampe a sbloccare il punteggio a favore dei biancoblu con un lungo fuoricampo al centro al secondo attacco bolognese. Dopo tre riprese senza subire valido, al quarto inning Rivero si disunisce, dopo aver concesso i singoli a Mirabal e Zileri. Quattro ball a Koutsoyanopulos riempiono le basi e il colpito su Deotto sancisce il pareggio ducale, che entra “forzatamente”, con attacco a concludersi con il difficile out in diamante di Paolini, capace di mettere in difficoltà Il partente felsineo. Al cambio di campo, Giuseppe Mazzanti ristabilisce le distanze imitando Lampe con un “solo homer” al centro.
Ancora più importante tuttavia è il fuoricampo a sinistra che Nick Nosti colpisce al quinto inning, dopo un lungo duello con Escalona. La presenza di due corridori in base, Maggi per ball e Grimaudo su errore della difesa, arricchisce il punteggio dei biancoblu che si portano sul 5 a 1 ipotecando il match. Al sesto inning è il turno di Beau Maggi, che batte un fuoricampo da 2 punti in situazione di due eliminati sul neo entrato Gradali, che non riesce a chiudere la ripresa, riempiendo successivamente le basi per ball. In questa situazione e con Paolini spostato a lanciare, la Fortitudo segna “forzatamente” sulla base ball a Flores e raggiunge la manifesta superiorità sul lungo doppio di Dobboletta, che “sparecchia” per le 3 segnature del 11 a 1, che rimane anche il punteggio finale.
Nono successo personale per Raul Rivero, rilevato da Crepaldi e Gouvea (una ripresa a testa).


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *