Tutto pronto per l’Ultra Trail via degli Dei

E’ iniziato il conto alla rovescia della prima edizione ULTRA-TRAIL® VIA DEGLI DEI, gara competitiva di corsa a piedi sulla distanza di 128 chilometri in ambiente naturale organizzata dalla Associazione sportiva ULTRA TRAIL VIA DEGLI DEI in programma il 2 giugno p.v. con partenza da Bologna e arrivo al teatro romano di Fiesole in un viaggio a bordo gambe percorrendo la “Flaminia Militare” antica strada romana riportata alla luce dopo duemila anni da Cesare Agostini e Franco Santi, appassionati di storia e archeologia. 

L’evento, illustrato a Bologna presso la sede Emil Banca Credito Cooperativo, ha registrato la presenza di Daniele Ravaglia, Direttore generale Emil Banca Credito Cooperativo.

“Sono nato a Monzuno che è attraversato dalla Via degli Dei quindi provo grande affetto per questi territori,. Emil Banca che da sempre crede nello sviluppo territoriale e cerca di favorirlo, proporrà un gran tour dell’Appennino bolognese e, all’interno di questa iniziativa, ci sarà un evento a Monzuno dove racconteremo questa esperienza assieme agli organizzatori e li annunceremo la prossima edizione. Ci saremo sicuramente il prossimo anno per sostenere questa esperienza che riflette valori che ci rappresentano. Inoltre siamo vicini a molte realtà di natura sportiva. Sponsorizziamo ma preferiamo affermare che accompagniamo diverse società sportive di vario genere. Sono contento di fare parte di questa squadra. L’Ultra Trail Via degli Dei permetterà di far conoscere ancora meglio il nostro territorio e di valorizzarlo anche fuori dai nostri confini”.​

“Quando mi hanno presentato il progetto l’ho apprezzato e fatto mio perché promuove la Via degli Dei che unisce Bologna a Firenze , uniche due città metropolitane confinanti – ha dichiarato il Sindaco di Fiesole Anna Ravoni – Mettendole assieme si forma la più grande città metropolitana italiana. Questa iniziativa sarà un modo ulteriore per coordinarci e unirci. L’Ultra Trail termina nel luogo simbolo di Fiesole : il teatro romano. Premieremo i vincitori in uno scenario unico e maggiormente rappresentativo del nostro territorio : le terme romane. La Via degli Dei valorizza anche i comuni che ci sono tra Bologna e Firenze . Spero che tante persone dopo l’Ultra Trail continuino a frequentare Fiesole e questa esperienza sia la prima di una lunga serie. Nel nostro territorio non esistono iniziative di questa portata. E’ una gara impegnativa per i partecipanti che attraverseranno luoghi in ambiente unico . Noi ci daremo da fare affinché Fiesole anche attraverso iniziative come questa diventi sempre più città aperta e ospitale”. 

Riccardo Cavara, Presidente Ultra Trail Via degli Dei ASD, è il responsabile dell’intera macchina organizzativa “ È stato un anno e mezzo veramente intenso , ora stiamo definendo alcuni dettagli. Vorremmo che grazie anche alla nostra gara i paesi attraversati dal percorso rivivano una seconda giovinezza. Un tempo questi luoghi erano meta di vacanza e turismo, ora si sono svuotati e cerchiamo così di promuoverli e di far riscoprire le bellezze e l’unicità del nostro territorio. E per partire con il piede giusto diamo una notizia, che sarà particolarmente graditaagli atleti in gara . Kiron metti in premio per il vincitore il pettorale gara del Tor De Geants, appuntamento di Ultra Trail fra i più prestigiosi al mondo. In gara avremo trecento partecipanti di otto nazioni, 13% donne e alcuni sopra i 65 anni “. 

Alla presentazione della gara in qualità di partner tecnico Alessio Ranallo, Responsabile Marketing HOKA One One.  

  

ULTRA TRAIL VIA DEGLI DEI IN PILLOLE 

TERRITORI INTERESSATI DALLA GARA – Da Bologna a Fiesole attraverso 11 Comuni di due Regioni, Emilia-Romagna e Toscana. 

PERCORSO – Dopo quattro chilometri dalla partenza si arriva in cima a San Luca, si lascia la strada asfaltata per iniziare la discesa fino al “Parco Talon” di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi. Al trentacinquesimo chilometro c’è la salita di “Monte Adone” con le “torri di pietra”, da Monzuno il percorso attraversa boschi di castagno e segue il crinale dei fiumi “Savena” e “Setta” fino a Madonna dei Fornelli, paesino dell’Appennino bolognese. La corsa prosegue su tratti di “basolati romani” pavimentazione stradale tipica della “Flaminia Militare”.Pochi chilometri e da Pian della Balestra si entra in territorio toscano per raggiungere il Passo della Futa fino in cima alle tre vette più alte del percorso: Le Banditacce (m.1202) Poggiaccio (m.1196), Poggio Castelluccio (m.1131). Superato il Passo dell’Osteria Bruciata e San Piero a Sieve, c’è la salita al Castello del Trebbio poi si prosegue fino alla località di Tagliaferro per risalire alla Badia di Bonsolazzo. Prima del “finish-line” penultimo strappo di Monte Senario e a undici chilometri dall’arrivo ultima salita al Pratone.Da lì inizia la discesa che porterà alla linea del traguardo nel cuore dell’anfiteatro romano di Fiesole. 

BANDIERINE DI SICUREZZA – Il percorso sarà segnalato da centottanta bandierine visibili anche di notte e posizionate a vista. Al termine della gara saranno tolte dai volontari e per dissuadere i collezionisti di souvenir recheranno il seguente messaggio “Questa bandierina è necessaria per la sicurezza degli atleti che stanno partecipando all’Ultra Trail Via degli Dei e sarà rimossa dagli organizzatori al termine della gara. Se ti piace e vorresti averla come souvenir non toglierla ma invia una richiesta per posta elettronica a : info@ultratrailviadeglidei.com. Saremo felici di spedirla gratuitamente al tuo domicilio. Grazie per la collaborazione”. 

PARTECIPANTI – 300 (261 uomini e 39 donne) di otto nazioni: Austria, Canada, Germania, Grecia, Italia, Norvegia, Repubblica di San Marino, Spagna. Nell’elenco degli iscritti alcuni nomi stellari: 

SIGILLI DI QUALITÀ’ – La gara prova valida per il “Gran Prix IUTA 2017 di Ultra Trail”, ha superato l’esame di omologazione da parte delle autorità sportive che governano le gare di Trail Running: 

IUTA (Associazione italiana Ultramaratone & Trail) associazione sportiva che non persegue scopo di lucro, si prefigge tra i principali obiettivi: la diffusione, la tutela, la promozione, il patrocinio, l’organizzazione di eventi e Campionati nazionali e la regolamentazione dei settori, come il riconoscimento e l’omologazione di percorsi e risultati secondo i dettami dello IAU (International Association of Ultrarunners), che opera sotto l’egida IAAF, la Federazione mondiale dell’Atletica Leggera. 

ITRA (International Trail Running Association) organizzazione sportiva internazionale, che ha redatto le regole, sottoscritte il 3 settembre 2012 a Courmayeur da rappresentanti di diciotto paesi europei, per la realizzazione di gare suddivise per “taglia”: “M” (medium) con distanze comprese fra quarantadue e sessantanove chilometri, “L” (long) da settanta a novantanove chilometri, “X long” oltre i 100 chilometri. La partecipazione a gare omologate da ITRA danno la possibilità di ricevere punti di qualificazione a gare dove è necessario possedere all’atto dell’iscrizione un punteggio di accesso che varia secondo le caratteristiche della gara. 

UTMB® (Ultra-Trail® du Mont-Blanc) è il top delle gare internazionali e l’inserimento nel circuito con questo logo come gara qualificante è consentita esclusivamente a eventi in possesso di una serie di particolari requisiti.

Grazie a questi importanti riconoscimenti ULTRA-TRAIL® VIA DEGLI DEI assegnerà a tutti i “finisher” cinque punti UTMB® da utilizzare per accedere ad una delle gare del circuito Ultra-Trail du Mont Blanc. 

CORSA GREEN “h24” – All’insegna del rispetto dell’ambiente e della natura dalla partenza all’arrivo aderisce al progetto “Io non getto i miei rifiuti” promosso dalla rivista “Spirito Trail”, e “Ayoutami a trovare la traccia giusta” iniziativa IUTA, in collaborazione con “Ecolight – Efficienza e professionalità per l‘ambiente” per la raccolta di pile usate. 

MEDAGLIA – Ideata da Sabrina Girelli, creatrice e restauratrice di opere d’arte alcune a Bologna, affreschi delle cappelle e dell’abside, vetrate e apparati scultorei dell’organo della Basilica di S. Petronio, affreschi del portico di S. Luca, Eremo di Ronzano, e creata al termine di un percorso di ricerca storico/artistica finalizzata alla produzione della medaglia.

UNA “APP” PER ORIENTARSI – “Utopic” la nuova app che con la sua mappa geolocalizza tutte le informazioni storiche sul percorso e lascia una testimonianza viva di un passato carico di storie. “Orientati e conosci i luoghi che attraversi con UTOPIC, scaricala gratuitamente su Apple store e Google play “. 

PIANO DI SICUREZZA SANITARIO – Elaborato dalla Misericordia di Fiesole con la collaborazione del 118 di Firenze per l’area toscana e dalla Pubblica Assistenza per il territorio emiliano garantirà l’assistenza sanitaria “h24” per tutte la durata della gara con autoambulanze con medico a bordo e personale sanitario posizionato nei sei check-point.

LA TUA SALUTE CI STA’ A CUORE – Verifica sullo stato fisico sotto sforzo dei partecipanti durante la gara effettuata a campione al 55mo chilometro a Madonna Dei Fornelli dal Centro Medico Polispecialistico di San Lazzaro di Savena (BO)

SALA OPERATIVA – Allestita presso la sede della Misericordia di Firenze, sarà il centro operativo e di pronto intervento “h24” per tutte la durata della gara.

VOLONTARI – 350 posizionati lungo il percorso e ai sei check-point , squadra a cavallo, team in mountain bike.


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *