Settore giovanile, tutto pronto per il Babyvolley

Meno di tre settimane mancano alla partenza del torneo giovanile organizzato dalla scuola di pallavolo Diffusione Sport Imola con la presenza di quasi 50 squadre da diverse regioni italiane. Alle consuete presenze da Marche, Liguria, Lombardia, Trentino, Veneto, Piemonte, Toscana si sono aggiunte squadre del Friuli e una società proveniente dalla capitale. Quella di Roma è la novità di quest’anno che testimonia di come il torneo abbia varcato i confini delle regioni limitrofe all’Emilia Romagna fino a spingersi verso il sud Italia.

Babyvolley 2019 avrà inizio alle 10,00 di mercoledì 2 gennaio e si concluderà dopo 120 gare giovedì 3 gennaio con tutte le finali a partire dalle ore 15.00 in varie palestre di Imola. In particolare la finale 1° e 2° posto delle categorie under 16 femminile, under 18 femminile e under 16 maschile saranno di scena al Pala Ruggi comprese anche la cerimonia finale di premiazione con tutte le squadre partecipanti.

In questa kermesse ormai tradizionale appuntamento giovanile saranno impegnate 9 palestre per un totale di 12 campi: Palestra Ravaglia (Via Kolbe), Palestra Cavina (via Boccaccio), Palestra Ruscello (via Volta), Palestra Penazzi (via Vivaldi), Palestra Pulicari (Via Curiel), Palestra Veterani (Via Kolbe), Palestra Rubri (Via Tinti), Palestra Querzè e Pala Ruggi (entrambe in via Oriani).

Saranno più di 600 le atlete e per la prima volta da quest’anno gli atleti ospiti in città con tanti genitori al seguito che riempiranno gli spalti e soprattutto gli alberghi in una giornata in cui le strutture sono pressoché vuote.

Sarà possibile seguire la manifestazione sia sul sito di diffusione sport  (www.diffusionesport.it) sia sui canali social dell’associazione, con foto e brevi filmati su instagram (diffusione_sport) e con le dirette delle gare e della premiazione su facebook (https://www.facebook.com/diffusionesport.imola).

“Sicuramente questo è uno dei tornei più importanti dell’anno – ha commentato Maurizio Lelli, assessore allo Sport del Comune di Imola, nel corso della presentazione dell’iniziativa -, sia perché coinvolge un numero altissimo di atlete e atleti, con la presenza per la prima volta anche del torneo maschile, sia per le tante persone che arrivano in città, creando un indotto di notevole importanza”.

“E’ una manifestazione che vorremmo avere tutte le settimane” ha aggiunto l’assessore Lelli, che ha poi concluso ringraziando “Pasquale De Simone, i suoi collaboratori e gli sponsor che rendono possibile questa iniziativa”.

“La manifestazione è possibile proprio grazie alla collaborazione di tanti volontari. Ci sono anche genitori che prendono le ferie per seguire le figlie nel torneo” ha sottolineato Pasquale De Simone, organizzatore dell’evento.

“Ad oggi sono iscritte 46 squadre, mentre altre 3 devono darci conferma a breve. Nel caso aderissero anche loro, raggiungeremmo la cifra di 49 squadre iscritte, che è il record della manifestazione” ha aggiunto Pasquale De Simone, ricordando che “quest’anno, per la prima volta, abbiamo anche una squadra da Roma, il che fa capire quanto il nostro torneo sia analizzato dalle varie società italiane. Non a caso è considerato fra i primi tre in regione e sicuramente fra i più importanti del Nord Italia”. A testimoniarlo è anche il contributo, di circa 12.300 euro, che la Regione Emilia Romagna ha concesso, inserendo il torneo nella graduatoria dei grandi eventi regionali (insieme, ad esempio, alle tappe del Giro d’Italia).

Fra le novità, la partecipazione di 4 squadra maschili – una si potrebbe aggiungere a breve – che consentirà per la prima volta di dare vita anche al torneo maschile Under 16.

“Possiamo dire che oltre ad avere raggiunto l’obiettivo sportivo che ci eravamo prefissati, ovvero di creare un torneo nel quale le nostre ragazze potessero fare esperienza e confrontarsi con squadre di altre regioni, oggi, con più di 500 prenotazioni negli alberghi imolesi abbiamo raggiunto anche un obiettivo di ricaduta economica per la città” ha ricordato Pasquale De Simone.

Ricordiamo che Diffusione Sport, che al momento ha le proprie tre squadra ai vertici dei rispettivi campionati, è una scuola di avviamento alla pallavolo che non fa pagare nessuna quota di iscrizione. “Dobbiamo ringraziare il lavoro dei tanti volontari e il sostegno degli sponsor, che ci permettono di portare avanti con successo il nostro percorso educativo, oltre che sportivo, a fianco delle famiglie, per la crescita delle ragazze che frequentano la nostra scuola di pallavolo” ha concluso Pasquale De Simone.


Article Tags:
Article Categories:
News Volley

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *