Serie C, pareggio casalingo per l’Imolese

Poche emozioni, nessuna rete. Finisce 0-0 al Romeo Galli la sfida del 26º turno tra Imolese e Sambenedettese, con gli ospiti che riescono a portare a casa l’obiettivo prefissato, vista la partita assolutamente difensiva disputata dagli uomini di mister Roselli. I rossoblu di Alessio Dionisi ci hanno provato per tutti i 90 minuti, senza però trovare l’episodio da 3 punti: con questo pareggio l’Imolese scende dal podio del girone, superata dalla Feralpi Salò, vittoriosa al Romeo Neri di Rimini, stadio che sabato 16 ospiterà il derby di Romagna.

 

 

LA CRONACA DEL MATCH

 

1’ – FISCHIO D’INIZIO. Esordio da titolare per Pierluigi Cappelluzzo nell’Imolese, mentre a centrocampo Bensaja sostituisce Valentini. Roselli torna al 3-5-2: partono in panchina Stanco e Calderini, spazio a Di Massimo e Russotto.

16’ – Prima conclusione dei rossoblu di Dionisi. Bella progressione di Carraro, che scarica per Bensaja, il cui destro dal limite termina alto.

18’ – Ancora Imolese con Carraro: il centrocampista veneto ci prova col sinistro, senza impensierire Sala, che blocca in due tempi.

27’ – Clamorosa occasione per Cappelluzzo, che spara alto da posizione favorevolissima sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti. Il numero 9 ex Verona era comunque in offside.

45’ + 1’ – FINE PRIMO TEMPO. Si conclude un primo tempo privo di emozioni. Samb tutta chiusa dietro, l’Imolese prova a far gioco ma non trova spazi.

46’ – INIZIO SECONDO TEMPO. Un cambio tra le fila della Samb: fuori Cecchini, dentro Celjak.

70’ – Arriva al 25’ della ripresa la migliore occasione del match, con la gran botta di Bensaja dai 25 metri, deviata in corner di Sala. L’Imolese ci prova, il copione del match non cambia.

81’ – Episodio di moviola: spettacolare punizione di Lanini dai 30 metri, palla che colpisce la traversa e sbatte sulla linea, poi viene fischiato un presunto fallo di De Marchi sulla ribattuta. Azione da rivedere, resta la splendida giocata del numero 17 rossoblu. Tra le proteste, è stato allontanato il tecnico ospite Roselli.

90’ + 4’ – FISCHIO FINALE. Si chiude sul colpo di testa di Carini la partita. Uno 0-0 che sta sicuramente stretto all’Imolese, con gli ospiti che hanno giocato una partita prettamente difensiva.

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

 

Alessio Dionisi, allenatore

«Siamo stati bravi, non posso non essere soddisfatto di quello che abbiamo fatto. Non abbiamo rischiato nulla, la palla l’abbiamo tenuta noi, ci abbiamo sempre provato, ma obiettivamente non era facile fare molto di più, ci hanno concesso davvero pochi spazi. Nel primo tempo potevamo osare un po’ di più, mentre nel secondo ci abbiamo provato. Non era facile contro una Samb che ha dei valori importanti, basti pensare all’obiettivo che si erano prefissati ad inizio campionato. Sicuramente non siamo stati fortunati negli episodi, ma sono contento di come abbiamo interpretato la gara».

 

Filippo Carini, difensore

«Credo che abbiamo disputato un’ottima partita. Ci aspettavamo una Samb così attendista, ci è mancata solo la giocata decisiva per portare a casa l’intera posta. Dobbiamo continuare così, la strada è quella giusta. Nell’episodio della traversa, il direttore di gara ha detto che la palla non è entrata e che poi ha fischiato un fallo al nostro attaccante. Ora andiamo a Rimini con la consapevolezza di poter fare una prestazione importante, ma sappiamo che loro in casa hanno fatto tanti punti».

 

Nicholas Bensaja, centrocampista

«Abbiamo provato in tutti i modi a portare a casa la partita, magari in altre partite faremo meno gioco e otterremo più punti. Ci prendiamo comunque il punto, la Samb è una delle poche squadre che quest’anno era stata in grado di batterci, quindi conoscevamo il loro valore. Se oggi hanno creato così poco, credo ci siano anche tanti meriti dell’Imolese. Giochiamo un ottimo calcio per merito della consapevolezza che ci ha dato mister Dionisi, ma credo che il merito sia di tutti, dai giocatori alla società».

 

 

Serie C, girone B – 26ª giornata

 

Imolese – Sambenedettese 0-0

 

Imolese: Rossi; Sciacca, Boccardi, Carini (c), Fiore; Hraiech (dal 89’ Valentini), Carraro, Bensaja; Mosti (dal 77’ Gargiulo); Cappelluzzo (dal 64’ De Marchi), Lanini. All. Dionisi (a disp. Turrin, De Gori, Tissone, Varutti, Valentini, Giannini, Zucchetti, Ranieri, Gargiulo, Rossetti, Giovinco, De Marchi).

Sambenedettese: Sala; Biondi, Miceli, Fissore; Rapisarda (c), Caccetta, Bove (dal 68’ Gelonese), Ilari (dal 61’ Signori), Cecchini (dal 46’ Celjak); Di Massimo (dal 68’ Calderini), Russotto (dal 61’ Stanco). All. Roselli (a disp. Pegorin, Rinaldi, Gelonese, Zaffagnini, Stanco, Calderini, Celjak, Rocchi, D’Ignazio, Signori).

 

Marcatori:

Arbitro: Giovanni Nicoletti (assistenti Patric Leonarduzzi e Luca Orazio Donato).

Ammoniti: 23’ Hraiech (Imo), 26’ Di Massimo (Sam), 50’ Fiore (Imo), 86’ Biondi (Sam), 93’ Sala (Sam).

Espulso: 81’ Roselli (Sam).

Recupero: 1’ e 4’.

 


Article Tags:
Article Categories:
News Calcio provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *