Pallamano, stagione in archivio per il Romagna

Serie A2 Ultima giornata

ROMAGNA HANDBALL – CAMERANO 25-19 (p.t. 12-9)

Romagna: Martelli, Sami, Manduchi, Panetti 2, La Posta, Gollini, Folli 7, F.Tassinari 1, Bosi, Leotta, Luppi 2, Rotaru 8, Ricci 1, Babini 4, Valtancoli, A.Boukhris. All: D.Tassinari

Camerano: Sanchez, Guerrero, Boccolini 2, G.Marinelli 4, T.Marinelli, Covali, Cirilli 4, Recanatini, Scandali 2, Badialetti 5, Selmani, Grilli 1, Manfredi, Sabbatini 1. All: Campana

Arbitri: Cambi e Dana

 

E’ finita. E’ finita per davvero.

E’ finita la partita. E’ finita la stagione di serie A2. E’ finita, soprattutto, la carriera da giocatore di Fabrizio Folli. Il capitano di mille avventure, a 45 anni compiuti, abbandona definitivamente l’attività agonistica. E questa volta, per davvero.

Tutti in  piedi prima della gara e al termine dei 60’, con l’abbraccio di tutti i compagni di squadra e dei tifosi. Toccante anche il saluto di mister Domenico Tassinari che si commuove nel raccontare al microfono quanto sia stato importante allenare Fabrizio Folli in tutti questi decenni.

La maglia incorniciata è il cimelio di una serata da ricordare per lo storico #6 bianconero, eterno ragazzo della pallamano mordanese prima, del Romagna poi. Senza dimenticare i tanti gettoni in Nazionale maggiore, oltre che nelle Selezioni giovanili.

Insomma, il popolo romagnolo saluta il suo campione.

 

Per quanto riguarda la partita contro Camerano, ben poco da segnalare, vista la totale mancanza di obiettivi di classifica di entrambe le compagini. Termina con il 6° posto la stagione romagnola, mentre i marchigiani portano a casa una sofferta salvezza ai danni di Modena (e di Carpi, già escluso dalla competizione).

In campo, comunque, non ci si risparmia, in quanto la fisicità marchigiana e “l’ignoranza” romagnola non possono che produrre scintille. Ma senza mai eccedere nei colpi. Di spettacolo puro se ne registra ben poco, a parte qualche ottima parata dei portieri Martelli e Sanchez e qualche sporadica accelerazione degli attaccanti. Bene Rotaru e benissimo Fabrizio Folli che lascia la pallamano giocata con 7 reti ed una buona condizione atletica.

La serata inizia con l’emozionante ultima presentazione di Fabrizio Folli, intrisa di amarcord con la voce storica e tanto amata di Sante Testi al tavolo (che ha l’occasione di salutare pure lui tutto il pubblico locale). Tutti in piedi per “Fabbro”.

Dopo 8’ il Romagna è avanti 4-1 con la rete del “festeggiato” al 5’ di gioco. All’11’ mister Campana (Palazzi è in Slovacchia con la Nazionale) chiede il timeout dopo il 6-2 realizzato in contropiede da Luppi su assist di Bosi. Rotaru con una bella doppietta lancia i locali sul +4 (8-4 al 15’). Le reti di Sabbatini e Badialetti a 10’ esatti dall’intervallo procurano il pareggio 8-8, con il Romagna che commette troppi errori consecutivi in fase offensiva. A 8’40” dalla sirena Boccolini ha la chance per firmare il vantaggio dai sette metri e non la spreca (8-9), subito impattato da Babini. Si apre una fase piuttosto confusa e certamente poco spettacolare che registra tante fischiate e pochissimo gioco effettivo, in cui brillano alcuni interventi prodigiosi di Martelli tra i pali. A due giri di lancette dalla fine il rientrante Rotaru (dopo l’esclusione) sblocca il match 10-9. Quindi Panetti in contropiede firma il doppio vantaggio, con la successiva parata di Martelli. Babini e ancora Martelli allo scadere congelano il 12-9 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Rientro in campo “normalizzato” con le squadre che giocano in velocità in modo abbastanza fluido, con il solito Martelli a difendere bene i propri pali. Folli e Rotaru segnano e i locali mantengono il margine di 2 reti di vantaggio (14-12). Poi una lunga serie di errori al tiro frena il punteggio, sbloccato dal contropiede di Cirilli al 9’ per il -1 ospite. Rotaru e Boccolini sbagliano un rigore a testa e da ambo le parti non si realizza per circa 6’. Scandali per Camerano trova il gol del pareggio a metà frazione. Dopo 17’ è il contropiede di Folli a riportare in vantaggio i locali (16-14) e Panetti, con un altro contropiede, aumenta il distacco a 12’ dalla fine del campionato. Quindi Folli e Rotaru dilagano sul 19-14 a 10’ da giocare. Anche Fabrizio Tassinari partecipa alla festa, mentre il tempo scorre inesorabile (20-14). Al 24’ Rotaru (2) e Folli realizzano il 23-17 che chiude di fatto la contesa a 3’ dalla sirena. Debutta Manduchi tra i pali negli ultimi scampoli di match. Il finale non regala altro da segnalare se non il settimo sigillo di serata di Folli che chiude i conti con la rete del 25-19 finale.

 

TUTTI IN PIEDI PER FABRIZIO FOLLI

 

26° giornata di ritorno

Romagna-Camerano 25-19

Estense-Raimond 26-33

Verdeazzurro-Ferrara United 33-28

Ambra-Parma 28-28

2 Agosto Bologna-Fiorentina 27-29

Rapid Nonantola-Secchia Rubiera [16.04*]

 

Classifica:

Raimond Sassari 40, Rapid Nonantola* 38, Parma 37, Secchia Rubiera* 31, Ambra 30, Romagna 25, Fiorentina 21, 2 Agosto Bologna 18, Estense Ferrara e Verdeazzurro 16, Ferrara United 15, Camerano 14, Modena 9, Carpi 0 (Carpi ritirato dal campionato)

(Foto fornita dalla società)

 


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *