Pallamano, sconfitta casalinga per il Romagna

12° giornata andata

ROMAGNA HANDBALL-SECCHIA RUBIERA 20-22 (P.t. 7-14)

Romagna: Martelli, Sami, Folli 2, Babini 3, Luppi, Panetti, Amaroli 1, O.Boukhris 1, A.Boukhris 1, Gollini, Andalò 1, F.Tassinari 5, Leotta, Medri, Bosi, Rotaru 6. All: D.Tassinari

Secchia: Salati, Rivi, Filippini, Hyla 2, Mezzetti, Panettieri, Mazzieri, Oleari, Sentieri 3, Lugli, Patroncini 2, Giovanardi 3, Bortolotti 4, Boni 4, R.Bartoli 4, D.Bartoli. All: Agazzani

Arbitri: Passeri e Rinaldi

 

Termina nel peggiore dei modi il 2018 del Romagna che cade in casa a favore del Secchia Rubiera, perdendo anche il 4° posto, ceduto ad Ambra ed agli stessi reggiani.

Sempre all’inseguimento degli ospiti, i bianconeri non riescono a completare la rimonta nella ripresa, nonostante un immenso Fabrizio Tassinari, autore di 5 reti nel finale. Non basta un avvio rabbioso (4-2) ai locali per lanciarsi verso il sesto risultato utile consecutivo. Nei primi 15’ di gioco pochissime emozioni, con le due squadre particolarmente contratte e nervose in fase offensiva. La seconda parte della prima frazione e per tutta la ripresa, si erge a protagonista un clamoroso Simone Salati tra i pali: il portiere rubierese diventa assoluto mvp del match, grazie all’innumerevoli parate, spesso decisive davanti all’uomo al tiro.

Il match probabilmente si decide nei 10 minuti centrali del primo tempo quando gli ospiti mettono la freccia dal già citato 4-2 al 5-11 realizzato da Roberto Bartoli con un magistrale pallonetto dall’ala sinistra. Correva il minuto 22 e per il Romagna la gara diventa davvero in salita.

All’intervallo ci si arriva sul 7-14, con la peggior prestazione stagionale nel singolo tempo dei romagnoli che si accomodano negli spogliatoi con un fastidioso 7 reti su 27 tiri tentati.

Alla ripresa dei giochi, lo spartito cambia di poco, con i rubieresi capaci di mantenere la giusta lucidità fino al 14-21 quando restano circa 11’ da giocare.

Nel momento peggiore è il capitano Fabrizio Tassinari a caricarsi la squadra sulle spalle, con 5 reti praticamente consecutive che rimettono in carreggiata clamorosamente il Romagna: A 5’43” dalla sirena finale il regista di casa è abbattuto al limite dell’area da Mazzieri che viene escluso per 2’, con il rigore che vale il 18-21 realizzato dall’altro veterano Fabrizio Folli. Il Secchia affronta questo delicato frangente con la doppia inferiorità (già fuori Hila, sempre per fallo su Tassinari). Gli ultimi minuti sono concitati con il pubblico che continua a crederci incitando i giocatori in campo. La difesa rubierese, però, regge e Bortolotti sigla il +4 a 4’50” (18-22), subito accorciato dal secondo rigore di Folli. Due reti annullate dalla coppia arbitrale costano parecchio ai locali, anche perché le punizioni a favore comminate da Passeri e Rinaldi non aiutano a sbloccare il risultato. Salati conclude alla grande la propria magnifica prestazione, ribattendo le conclusioni di Tassinari e Babini e congelando i 2 punti in cassaforte per il Secchia.

 

Si chiude, dunque, con una sconfitta il 2018 del Romagna Handball che tornerà in campo domenica 13 gennaio 2019 a Camerano (An).

 

12° Giornata Andata

Romagna-Secchia Rubiera 20-22

Carpi-Ferrara United 20-39

Ambra-Fiorentina 34-21

Verdeazzurro Sassari-Raimond Sassari 26-32

Estense Ferrara-Modena 20-26

Rapid Nonantola-Parma 30-25

2 Agosto Bologna-Camerano (23/12)

Classifica

Raimond Sassari e Rapid Nonantola 21, Parma 19, Ambra e Secchia Rubiera 16, Romagna 15, Ferrara United 11, Verdeazzurro Sassari 9, Estense Ferrara, Fiorentina e Camerano 8, 2 Agosto Bologna e Modena 7, Carpi 0.


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *