L’Imolese a scuola per insegnare il fair play

La collaborazione con lIstituto comprensivo n.6, in cui già è attivo un intenso programma motorio da parte degli istruttori dellImolese ha trovato nella scuola dei Cappuccini di Imola la sede per tre appuntamenti con alunni e genitori moderati dagli allenatori delle giovanili rossoblu Cardi e Sasdelli. Il coinvolgimento dei parenti ha lobiettivo di massimizzare allinterno di tutto il nucleo familiare il valore educativo delle iniziative promosse.

Il programma formativo, giunto nel 2018/2019 alla quarta edizione a livello nazionale, nasce dalla sempre crescente necessità di sensibilizzare le nuove generazioni riguardo alle delicate tematiche del valore educativo dello sport, del Fair Play e dellintegrazione sociale.

Grande successo per il primo appuntamento

Gli alunni delle classi 3°A e 3°B, insieme ad un corposo numero di genitori, sono stati i primi ad aderire al programma formativo interloquendo, giocando e guardando video esemplificativi preparati dai moderatori della società rossoblu.

Lappuntamento si è sviluppato in due fasi: dapprima un dibattito esclusivo tra i moderatori e i genitori sui temi che si sarebbero affrontati con i bambini concludendo con quanto importante sia la promozione dellattività motoria per una generazione sempre più attirata dalla sedentarietà. Successivamente, allarrivo delle classi, è iniziata la coinvolgente esposizione delle tematiche che il programma formativo si impegna a valorizzare.

È stato affrontato principalmente il tema del Fair Play attraverso lillustrazione, mediante video, di alcuni esempi positivi da emulare e rappresentativi di quella che è considerabile come la più pura essenza dello spettacolo calcistico. Al tempo stesso, agli alunni sono state sottoposte anche immagini di comportamenti riprovevoli allo scopo di far comprendere ai bambini che ciò è da considerare come un qualcosa di totalmente estraneo al gioco del calcio.

Linterazione tra il mondo del calcio e il mondo della scuola

Con lobbiettivo di combattere la discriminazione e promuovere la diversità, il programma formativo, mantenendo il focus sui valori pregnanti dellattività sportiva, punta direttamente sulle nuove generazioni allo scopo di instaurare sani principi negli animi dei ragazzi fin dalla più giovane età e soprattutto nel momento della loro massima predisposizione ad assorbire quanto docenti ed istruttori cercano di trasmettere. 

Prossimi appuntamenti 

Il ciclo di lezioni proseguirà il prossimo 11 maggio con il coinvolgimento delle classi 1° A e B unitamente alle 2°A e B.

Successivamente il 18 maggio lappuntamento sarà dedicato alle classi 4° A/B e 5° A/B.

 


Article Tags:
Article Categories:
News Calcio provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *