Football americano, i Warriors sono salvi nonostante la sconfitta

Ultima sfida per i Carpanelli Warriors al primo Nebbiolo di Torino sotto una pioggia che non ha mai abbandonato gli atleti in campo.
Una sconfitta dei Blue di due punti che, per la classifica avulsa e la vittoria della scorsa settimana a Bergamo, esclude l’ultimo posto della classifica. Pertanto centrato il primo obiettivo della stagione.
I ragazzi di Coach Longhi, dovranno attendere il prossimo ed ultimo we per la definizione della griglia ufficiale.

Niente playoff per Bologna, non centrato il secondo obiettivo individuato.
Dirigenti ed allenatori avrebbero voluto comunque il saluto dal torneo 2019 con una prestazione convincente.
Il risultato parla da solo; spettacolarità, intensità ed agonismo alle stelle con due formazioni a cui va il grande merito di averci creduto fino alla fine. Continui sorpassi fino a pochi secondi dalla fine, quando l’ultima zampata felina ha deciso il risultato giocato anche sulle trasformazioni mancate.

21 a 19 per i piemontesi a metà gara con Zanetti, Sassoli e Capogrosso scorer per i Blue, poi nel terzo e quarto tempo ancora Zanetti e tre segnature di Beresan hanno regalato il miglior passing game del campionato del qb Willo Scaglia malgrado le condizioni del tempo. Torino ha sempre risposto con efficacia fino alla fine, ribattendo le performance bolognesi colpo su colpo.

Ancora una formazione All Italian per i guerrieri, data l’assenza dell’unico americano Flanders che non è praticamente mai stato della partita per un risentimento muscolare, l’ennesimo della stagione, che dovrà far ripensare circa la strategia della dirigenza e degli allenatori dei Carpanelli Warriors sulle metodologie di scelte dei giocatori stranieri per il prossimo campionato. 

Al contrario, ottime soluzione per i torinesi con i due americani che hanno rappresentato spesso l’inizio ed il terminale degli attacchi dei Giaguari.
Un saluto all’ultima partita di una colonna del football italiano; Gianluca Renzi, universalmente conosciuto come GiPi, lascia il football giocato per raggiunti limiti di età, con la certezza, ci auguriamo, di poterlo avere nuovamente sulla sideline per trasmettere ai giovani una esperienza di gioco attiva da quasi trent’anni.
Assieme a GiPi forse altri ragazzi del Team l’anno prossimo faranno scelte di vita differenti al termine del loro periodo di studio a Bologna, ma altri sono già pronti a sostituirli provenienti sia dal vivaio interno e sia, comunque, dall’appeal che il gruppo dei guerrieri bolognesi riesce a trasmettere nel piccolo ma intenso mondo del football americano in Italia.

L’attività della società continua senza alcuna interruzione con lo sviluppo della flag giovanile e la ripresa organizzata degli allenamenti del settore under.
Il pullman rientrato alle 6 del mattino da Torino, è ripartito alle 9 per Ancona con giocatori ed allenatori della Flag under 17 dove i Carpanelli Warriors saranno coinvolti per il secondo Bowl nazionale dopo aver già vinto il primo qualche settimana fa; l’obiettivo sarebbe quello di ripetersi per centrare le finali nazionali di fine maggio a Tirrenia.
Contestualmente riprendono gli allenamenti per il settore giovanile che sarà coinvolto nei Campionati Nazionali dal prossimo mese di settembre.
Una macchina che non si ferma mai, grazie alla volontà di un gruppo di appassionati volontari che amano questo sport e questi colori sociali con enorme passione.

Un grazie a tutti di vero cuore per questa ulteriore esperienza.

(Foto fornita dalla società)


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *