Domani la Race for the Cure, le limitazioni al traffico 

Complice un fine settimana con sole primaverile, l’11^ edizione della Race for the Cure di Bologna organizzata della Susan G. Komen Italia punta a battere i suoi record.
Nel 2016, durante i tre giorni di iniziative per la lotta ai tumori del seno ben 20.000 persone si erano iscritte alla corsa e alla passeggiata di domenica mattina.

“La Race for the Cure è patrimonio della città di Bologna – afferma Carla Faralli, responsabile del Comitato regionale Emilia-Romagna Komen Italia: “ Le protagoniste sono le donne in rosa che testimoniano con la loro presenza che è possibile guarire dal tumore al seno e migliorare la propria qualità di vita. Con i fondi raccolti dalla Race for the Cure e dagli altri eventi, nel 2016 è stato dato il via ad altri dieci nuovi progetti di associazioni di donne operate attive nel nostro territori. Domani sarà una festa alla quale parteciperanno anche tutte le donne in rosa che ci guardano dall’alto. Affideremo il nostro abbraccio a palloncini rosa che voleranno in cielo per raggiungere il loro cuore “.

Numeri molto importanti sono quelli registrati negli incontri con gli specialisti svolti negli ambulatori allestiti all’interno del Villaggio della Salute che nelle prime due giornate hanno registrato oltre 200 visite.

Nella prova competitiva favorita di turno Isabella Morlini, docente di statistica all’Università di Modena, campionessa mondiale di corsa con le ciaspole e vincitrice dell’ultima edizione della Casaglia-San Luca e UniSalute Run Tune Up, la mezza maratona di Bologna.

“Avevo deciso di regalarmi una giornata di relax e dedicarmi alla raccolta dei funghi – sottolinea – ma la mia agenda mi ha ricordato che domenica c’è la Race for the Cure. Non ho avuto dubbi: ci sarò . I funghi possono aspettare. Il risultato questa volta non conta. L’importante è esserci”.

Al primo posto nell’elenco delle società con il maggior numero di iscritti “Le Libellule di terra d’acqua” team formato da 1.086 partecipanti dei comuni di Anzola Emilia, Calderara, Crevalcore, Sant’Agata Bolognese e San Giovanni in Persiceto.

L’11^ edizione della Race for the Cure concluderà come sempre un intero week-end ricco di iniziative volte a promuovere la prevenzione e l’adozione di stili di vita sani.

Per iscriversi c’è tempo fino alle 10,00 di domani mattina presso gli stand del “Villaggio della Salute”

IL PERCORSO :

La gara dei cinque chilometri attraverserà viale Lossanti, piazza di Porta Santo Stefano, via Santo Stefano, piazza Mercanzia, piazza di Porta Ravegnana, via Rizzoli, via Ugo Bassi, piazza Malpighi, via Nosadella, via Saragozza, via Urbana, via Marsili, via Garibaldi, piazza dei Tribunali, via Vascelli, via Arienti, via Castiglione, via Orfeo, piazza del Baraccano,

La mini di circa due chilometri interesserà viale Lossanti, piazza di Porta Santo Stefano, via Santo Stefano, via Cartoleria, via Castiglione, via Orfeo, piazza Del Baraccano

ORDINANZA COMUNALE PER IL TRAFFICO AUTO 

Chiusura al traffico auto delle strade interessate dal passaggio dei partecipanti della Race for the Cure con ordinanza comunale dalle 9.45 alle 11.30 di domenica 24 settembre fatta eccezioni per i veicoli di pronto intervento e i mezzi ufficiali della manifestazione, per i residenti ma solo in cui la corsa non ne impedisca il passaggio. 

Dalle 9.45 alle 11.30 del 24 settembre transito vietato anche in viale Gozzadini fatta eccezione per autobus di Tper, e in via degli Angeli, dove comunque potranno passare i residenti.

 Inoltre, dalle 7 alle 16 di domenica, divieto di sosta con rimozione coatta in piazza Malpighi (da via Ugo Bassi a via Portanova, lato civici pari), piazza del Baraccano, viale Lossanti (area riservata ai ciclomotori posta nel parco in corrispondenza dell’entrata di piazza di Porta Santo Stefano).


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *