Imolese, i calci di rigore portano alla qualificazione in Coppa Italia

Imolese-Castelvetro: 8-7 (d.c.r.)
Imolese Calcio 1919: Fonsato, Graziano, Checchi, Ferretti S., Galanti, Pellacani, Scalini (88’Guatieri), Salvatori (71’Sisti), Miotto, Ferretti G. (46’Garavini), Gavoci. A disp.: Leoni, Boccadamo, Torta, Garattoni, Valentini. All.: Massimo Gadda

Castelvetro: Rossini, Fontanesi (35’Magliozzi), Calanca, Bertozzini, Cozzolino, Covili (60’Rossi), Davoli (60’Rondinelli), Lessa Locko, Falanelli, Ghizzardi, Zagari (64’Stefani). A disp.: Tabaglio, Magliozzi, Ristori, Pacilli, Morra. All.: Corradini  

Arbitro: Daniele De Tommaso (Rieti)

Marcatori: 27’ Ferretti G. (I), 39’Magliozzi (Ca), 43’Ferretti G. (I), 58’Covili (Ca), 59’Lessa Locko (Ca), 75’Sisti (I)

Sequenza calci di rigore: Cozzolino (Ca, goal), Ferretti S. (I, goal), Rossi (Ca, goal), Gavoci (I, goal), Ghizzardi (Ca, goal), Garavini (I, goal), Rondinelli (Ca, goal), Guatieri (I, goal), Falanelli (Ca, traversa), Sisti (I, goal).

Ammoniti: 64’Galanti (I)

Espulso: 79’Miotto (I)

I trentaduesimi di finale di Coppa Italia di serie D sorridono all’Imolese che batte il Castelvetro grazie all’appendice dei calci di rigore dopo due tempi regolamentari terminati in equilibrio (8-7 dcr, 3-3 al 90’). Ampio ed annunciato turn over nell’undici iniziale di Mister Gadda che però rilancia l’impiego dal via del capitano Gustavo Ferretti. Partono con il piede giusto i padroni di casa con una bella girata in area, al settimo, dell’argentino che termina tra le braccia del portiere. Occasionissima tra i piedi del bomber sudamericano, tre giri di lancette più tardi, che calibra male la mira dalla destra. Gustavo Ferretti è il più pericoloso e la rete annullata per fuorigioco (23’), dopo uno splendido stacco di testa, è l’antipasto alla gioia vera. Detto fatto: Salvatori al ventisettesimo innesca la corsa del numero 9 rossoblù che si beve in dribbling il proprio marcatore e scaraventa un missile alle spalle di Rossini (1-0). Il pareggio del Castelvetro al minuto 39 è una doccia fredda; azione insistita sulla destra del fronte d’attacco modenese e deviazione sotto porta del neo entrato Magliozzi (1-1). E’ il giorno dell’uomo di Tolosa La Plata che prima del riposo riporta avanti l’Imolese su invito di Scalini, complice l’immobile retroguardia ospite (2-1). In un avvio di ripresa senza grandi colpi di scena arriva, al tredicesimo, il micidiale uno-due emiliano: Covili e Lessa Locko ribaltano il punteggio con un diagonale dal limite ed una rapida verticalizzazione (2-3). Salvataggio sulla linea di porta di un difensore del Castelvetro sul tiro a botta sicura di Garavini poi un altro talentino della Juniores di casa, Riccardo Sisti, impatta con un fendente da fuori area alla mezz’ora del secondo tempo (3-3). Locali ridotti in dieci uomini per l’espulsione di Miotto (79’) ed epilogo dal dischetto con decisivo errore di Falanelli che colpisce la traversa (8-7). Larghi sorrisi in sala stampa per i quattro “2000” impiegati in campo: Sisti, Galanti, Garavini e Graziano, l’istantanea più bella di questo mercoledì da coccarda tricolore. Si tornerà in campo per i sedicesimi di finale il prossimo 6 dicembre 2017.

 


Article Tags:
Article Categories:
News Calcio provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *