Serie B2 femm, primo posto per il Csi Clai

Csi Clai Imola-Esperia Cremona 3-0

(parziali 29-27 / 25-22 / 25-15)

Imola: Piva ne, Devetag 8, Bombardi ne, Cavalli 1, Dal Monte (lib), Ferracci 19, Folli, Ricci Maccarini (lib), Melandri 11, Zanotti 1, Collet 16, Tesanovic 3, Gherardi 1. All: Turrini

Cremona: Andreani, Ventura 8, Bassi, Brandini 6, Nicoli 1, Lodi 10, Decordi 15, Ruffa (lib), Fortuna ne, Ghisolfi 5, Bulla, Onyeukwu ne. All: Sbano

Arbitri: Fabris e Volpato

E’ festa Csi Clai Imola al PalaRuscello. Con un rotondo 3-0 le imolesi superano la corazzata Us Esperia Cremona e si piazzano al primo posto solitario della classifica del girone E di serie B2.

Grande soddisfazione per coach Manuel Turrini che vede girare perfettamente la sua squadra in un big match dalle grandi aspettative di spettacolo. E lo spettacolo arriva da Cavalli e compagne, capaci di superare per determinazione e veemenza le lombarde, vincendo 29-27 il primo parziale, per poi raddoppiare sul 25-22. Con il doppio svantaggio Cremona si scioglie alla distanza, regalando tanti errori alle locali che ringraziano e conquistano i 3 punti fondamentali per la propria classifica.

Grandi prestazioni offensive per la coppia Ferracci (immarcabile dal muro ospite) e Collet che dominano sopra al nastro. Ma è certamente la compattezza del gruppo imolese la carta vincente che vale il 3-0 e che vale la vetta della classifica.

Buon inizio per le ospiti con la Lodi che firma il 2-4, mentre l’ace della stessa opposta porta sul +4 (2-6). Dopo il lungolinea della Tesanovic in apertura, è una doppietta di Sofia Devetag a far scaldare le mani del pubblico imolese. Poi sale in cattedra Elisa Ferracci che prima in attacco con due belle fast e quindi in battuta mette in difficoltà le avversarie (8-8). Un paio di errori da ambo i lati della rete porta il punteggio sul 10-11, prima che l’ace della Ghisolfi rimetta avanti Cremona sul 10-13. La super diagonale stretta di Giulia Collet da zona 2 e l’ace di Matilde Melandri pareggiano i conti sul tabellone (13-13), cosiccome il “mani-fuori” della Devetag firma il 15-15. Sul 15-16 coach Turrini manda in campo Claudia Zanotti proprio per Devetag e nell’azione successiva cambia Tesanovic per Gherardi. Tre errori gratuiti delle cremonesi regalano il 18-17, in un ambiente sempre più incandescente (time out per coach Sbano). Il pareggio è frutto di un bel diagonale del capitano Decordi (18-18). Una super veloce della Ghisolfi impatta sul 19-19, prima che il colpo di Giulia Collet dall’ala riporti Imola sul +1. Doppio cambio per le locali con Tesanovic e Devetag nuovamente in campo per il finale di set. Sull’attacco vincente della Ventura (20-21), Turrini sospende il gioco per il time out. Alla ripresa dei giochi, Collet per il pareggio, dall’altra parte Lodi per il nuovo +1 Cremona. Sul successivo attacco la Collet accompagna la palla sul nastro e regala il 21-23 alle avversarie. Ma la Lodi scaglia fuori la battuta dopo il secondo time out di Turrini (22-23). Francesca Folli va in battuta appena entrata al posto di Collet con una palla che scotta: Brandini da zona 2 trova il 22-24. Sofia Devetag di potenza accorcia e va in battuta: 24-24 sull’errore in attacco di Decordi. Devetag non perdona infilando un ace clamoroso che dà il +1 alla Csi Clai Imola ed il time out ospite. Dopo un’azione interminabile la Decordi si riscatta e di potenza trova il pareggio 25-25. L’errore su pallonetto della Tesanovic manda avanti Cremona, ma la banda imolese mette giù il pallone del 26-26. Elisa Ferracci prima mette l’ace poi la spedisce fuori per il 27-27. Errore in battuta delle lombarde, con Collet che rientra per Folli (28-27). Il set si chiude con l’esultanza della Csi Clai Imola per via dell’errore in attacco delle avversarie. Le ragazze vanno al cambio campo dopo un incredibile e gustoso 29-27.

Rabbioso l’inizio del secondo set per le ospiti (0-4), prima che il muro solitario della Collet ridesse fiato ad Imola. Due splendidi primi tocchi di Elisa Ferracci e un bolide di Collet su difese imperfette delle ospiti regalano il 5-5 alla Csi Clai Imola. Ancora il braccio armato di Giulia Collet pareggia sul 6-6. Dopo un’azione infinita ci pensa capitan Sofia Cavalli con un grande secondo tocco a far esultare i tifosi imolesi, questa sera armati di tamburo e striscioni. La fast di Matilde Melandri fa registrare il 10-10, prima che Decordi dalla sua mattonella scagli la palla del 10-11 ospite. Ma il muro e l’attacco della Collet riportano avanti Imola sul 13-12. Coach Sbano è costretto a richiedere il timeout sull’attacco di Sofia Devetag che giocando con il muro firma il 15-13. Un bel diagonale stretto di Brandini accorcia le distanze, ma la Ferracci è incontenibile e con due ottimi colpi offensivi consecutivi manda Imola sul +3 (17-14). Nel frattempo Turrini cambia Tesanovic e Devetag con Gherardi e Zanotti. L’ennesima splendida combinazione Cavalli-Ferracci ed il successivo ace della centrale spediscono le locali sul 19-15, mentre lo staff tecnico lombardo ferma il gioco con un altro time out. Una conclusione stratosferica Vittoria Gherardi firma il 20-16, ma dall’altra parte l’opposta Lodi costringe coach Turrini a chiedere il timeout (20-18). La Decordi (ace) e Collet (attacco potente) firmano il 21-19 che diventa 21-21 con un paio di disattenzioni delle locali. Il braccio potente della Collet dalla sua zona manda avanti Imola +1, quindi la Lodi la imita per il pareggio (22-22). Sale l’adrenalina e lo spettacolo al PalaRuscello. E’ una clamorosa difesa volante di Sofia Dal Monte e la connessa bordata di Devetag a rispedire avanti Imola: con il primo tocco della Ferracci la Csi Clai si ritrova sul 24-22. Ed è proprio l’ennesima fast del #7 imolese a chiudere il set sul 25-22 per l’esplosione dei tifosi di casa e per il primo punto in classifica conquistato in serata (2-0 nel computo dei set).

Il diagonale di Alice Tesanovic apre le danze nel terzo parziale, subito imitata dalla Brandini e dalla Ghisolfi (1-2). Coach Sbano è costretto a giocarsi il primo timeout del sset sul 5-2 Imola, ma la pausa non interrompe la corsa di Ferracci e compagne (7-2). E’ ancora la botta secca di Giulia Collet a mettere a segno un buon punto (8-3), prima che due errori gratuiti regalino l’8-5. Imola resiste avanti nel punteggio con il bel pallonetto della Melandri e l’ace della Ferracci per il 12-6 che provoca il timeout ospite. Imola scappa anche sul +7 grazie all’errore delle gialloblu che poi devono subire la fast della Melandri (14-7). Sul 15-8 Sofia Devetag crolla a terra durante il gioco per un problema alla caviglia: al suo posto entra la Zanotti. Melandri sopra al nastro in attacco fa quello che vuole e firma il 17-8 contro un Us Esperia in evidente calo mentale di fronte alla veemenza delle locali. (18-9). Claudia Zanotti di potenza supera il muro per il 19-9 che anticipa il 20-10 frutto di un altro errore ospite. Ancora Francesca Folli in campo, in battuta, al posto della Collet, mentre in attacco è sempre Elisa Ferracci a fare la differenza (21-11). In campo Gherardi per Tesanovic, ma Cremona pare sulla via del tramonto, mentre le imolesi sono brave a non distrarsi, mantenendo alta la concentrazione (22-12). La Ferracci è padrona della rete (23-12) e la sua collega centrale Melandri regala il matchpoint (24-13) alla Cavalli in battuta, ma le ospiti provano a resistere (24-15). Il punto che vale il 3-0 lo mette a terra a muro la coppia Melandri-Gherardi, E’ grande festa per la Csi Clai Imola che conquista la vetta solitaria della classifica, approfittando del risultato non pieno (3-2) della Libertas Forlì.

5° giornata andata

Csi Clai Imola-Us Esperia Cremona 3-0

Us Arbor- My Mech Cervia 3-2

Caf Acli Rimini- Libertas Forlì 2-3

Carmagnola-VTB Bologna 3-0

Calerno S.Ilario-Us Rubierese 0-3

Liverani Lugo-Gramsci Pool 3-2

Rovigo- Riviera Rimini 1-3

Classifica:

Csi Clai Imola 14, Libertas Forlì 13, Us Rubierese e Riviera Rimini 12, Gramsci Pool e Us Arbor Re 10, Esperia Cremona 8, VTB Bologna, Liverani Lugo e Gs Fruvit 6, Caf Acli Rimini e T&V Campagnola 3, My Mech Cervia 2, Calerno S.Ilario 0.


Article Tags:
Article Categories:
News Volley

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *