Al Bologna Basket 2016 il derby con il Bsl

BOLOGNA BASKET 2016 – BSL SAN LAZZARO: 77-66

Tabellino

Parziali: 20-21; 35-37; 69-47.

Bologna Basket: Drago, Guerri, De Pascale 15, Poluzzi 20, Fin 22, Legnani (K) 2, Cortesi 7, Brotza 6, Bertuzzi 5, Cerulli, Trombetti ne. All. Lolli.

BSL San Lazzaro: Allodi 6, Cempini 14, Baietti ne, Annunzi ne, Fabbri 12, Mellara 9, Lolli 5, Rossi (K) 6, Rosa 3, Perini 3, Mazzini 2, Guazzaloca 6, Quadrelli ne. All. Bettazzi.

Basta un terzo quarto sontuoso al Bologna Basket 2016 per chiudere la pratica S. Lazzaro. La squadra di Lolli, dopo un primo tempo tentennante ed interlocutorio, piazza un parziale di 34-10 che stordisce la BSL e gira il derby verso i padroni di casa. La ricetta vincente è una difesa che da svagata si fa attenta e pressante; il tiro da 3 che entra con continuità, dopo che aveva latitato nei primi 20 minuti; e in generale un atteggiamento risoluto e proattivo che scava un solco decisivo tra le due squadre. Due azioni con gli stessi protagonisti sono paradigmatiche di questo cambiamento di atteggiamento: a 3’ dalla fine del terzo quarto Legnani stoppa un avversario e passa a Brotza che fa ‘coast to coast’ ed assiste Poluzzi in penetrazione; e, a 2 secondi dal termine del tempo, lo stesso Legnani lancia il pallone oltre metà campo, Brotza salta e di tocco serve Poluzzi che tira con successo da 8 metri. La squadra dimostra quindi di saper giocare insieme e di poter superare le assenze, tra cui quella importante di Tugnoli, fermo ai box per una brutta distorsione al ginocchio. Tutto rose e fiori dunque? Evidentemente no. Il BB2016 si conferma squadra umorale se ce n’è una, alternando alti e bassi con sconcertante irregolarità. Ad esempio durante il primo quarto i padroni di casa vanno sotto per 19-8, pigri e demotivati, e ci vogliono 3 triple di Fin per riportarli a contatto. Il secondo quarto è all’insegna dell’errore, con la BSL che sbaglia ripetutamente dalla lunetta e il BB2016 che soffre a rimbalzo e chiude con un 33% complessivo dal campo che non abbisogna di ulteriori spiegazioni. Poi, come detto, una terza frazione magica in cui ai rossoblù riesce incredibilmente tutto. Infine l’ultimo quarto nel quale il Bologna Basket decide di staccare troppo presto la spina, subendo un parziale di 19-4 che avvicina i sanlazzaresi a -9. Ma un paio di conclusioni di Fin e un 2/2 ai liberi di Poluzzi allontanano definitivamente l’incubo.

Se quindi la squadra di Granarolo continua a mostrare alti e bassi di rendimento nel suo complesso, la notizia rassicurante viene dai singoli. Fin è autore di un match principesco, non solo in attacco (22 punti, con 4/7 da 2 e 4/9 da 3), ma con un approccio difensivo notevole per impegno (3 recuperate). De Pascale si scrolla di dosso le incertezze delle ultime prestazioni e infila 15 punti, frutto di maggiore risolutezza nelle conclusioni e fiducia nei propri mezzi. Poluzzi, dopo qualche esitazione iniziale, spara dall’arco un 5/10 che conferma la sua qualità come finalizzatore. Ma al di là dei numeri conforta anche l’ottima prestazione di Brotza che, dopo un lieve infortunio alla caviglia, rientra in campo con rinnovata voglia, difende con passione, segna 6 punti e conclude tra gli applausi dei compagni. Da segnalare anche la prova matura in regia e nella fase difensiva di Guerri.

Prossima tappa a Bertinoro dove il BB2016 dovrà cercare quella continuità che gli permetterebbe di aspirare stabilmente alle zone alte della classifica.


Article Tags:
Article Categories:
News Basket Provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *