Serie B2, il Clai Csi pronto a lottare per la promozione 

«Non ci nascondiamo, l’obiettivo è disputare un campionato piacevole». L’imprimatur arriva direttamente dal presidente della Csi Clai, Maurizio Barelli. «Per certi aspetti, il quinto posto dello scorso anno è stato una piacevole sorpresa, non va però dimenticato che tale piazzamento è stato raggiunto al netto di un grave infortunio ad inizio primavera.La nostra società è sempre più orientata verso le giovani, anche per avere un ricambio importante e costante per la prima squadra. Ma non è escluso che, già a breve termine, non possa arrivare una categoria maggiore. La B1, a partire da quest’anno, è stata ampliata e la possibilità di levitare c’è».Sulla carta, il campionato 2017-18 si presenta più abbordabile rispetto a quello della passata stagione, ma questo, almeno in casa Clai, non significa sottovalutare le avversarie. «La squadra che Manuel Turrini sta allestendo ci dovrebbe regalare molte soddisfazioni – conferma Barelli -. Vogliamo fare bene, questo è certo. E al tempo stesso proseguire quel programma di rinnovamento e maturazione delle più giovani già iniziato nelle ultime annate». 

Per questo, a differenza del 2016, non ci sarà più la seconda squadra in serie C, ma si partirà da una categoria più sotto, la serie D. 

Allargando il discorso all’avviamento, due sono le novità sostanziali: «Grazie ad un accordo con la storica società pallavolistica di Castel Bolognese, gestiremo insieme il mini volley. In più, e in Italia siamo tra i primi a farlo, attiveremo un corso di micro volley per bambini in età prescolare (4-6 anni)». Anche le Storie sotto rete, che tanto successo hanno avuto nella passata annata, saranno confermate e ampliate.

I nuovi acquisti. Enrica Magaraggia e Mara Bombardi rappresentano, a tutti gli effetti, i colpi esterni del mercato Clai. Così come Sofia Cavalli che, da quest’anno, è a al 100 per 100 una giocatrice biancoblù. «Sono arrivata in Romagna nel settembre dello scorso anno per lavoro – racconta il libero Enrica Magaraggia -. E la società mi ha accolta subito nel migliore dei modi. Ho avuto la possibilità di allenarmi con la B2 già nella passata stagione e sono contentissima di entrare nel roster. Dopo anni trascorsi tra B1 e B2 e due stagioni di stop, ho ricominciato a giocare nel 2016 in serie C, sempre in Piemonte, vincendo il campionato. Adesso sono curiosa di mettermi alla prova qui, in Emilia Romagna. È una sfida che mi affascina e mi stimola».

«Per me sarà il terzo anno in B2, dopo Occhiobello nel 2015-16, e Idea Volley nella passata stagione – spiega invece Mara Bombardi, centrale -. Purtroppo con Bologna l’annata non è finita nel migliore dei modi. Così, quando Turrini mi ha contattata, ho colto al volo l’opportunità di restare in B2. Dopo avere affrontato la Clai da avversaria, ora passerò dall’altra parte della rete. Sono curiosa di allenarmi con Manuel, sono convinta che riuscirà a migliorarmi. Io mi impegnerò al massimo». Mara, tra l’altro, si trasferirà a Imola giusto in tempo per l’inizio della preparazione, prevista per il 21 agosto al PalaRuscello.

Capitolo beach volley. Le imprese di Federica Bacci sono sotto gli occhi di tutti. Per questo, e anche per rispondere alla forte richiesta di beach volley nel territorio romagnolo, la Csi Clai si muoverà per promuovere e far crescere anche questo settore. Carmela Elizabeth Leguizamon, la tangueira che ha sdoganato il sitting volley, sarà la responsabile del nuovo progetto, che avrà la sua base a Castel San Pietro Terme, nel campo (coperto) a fianco del circolo tennis. Insieme a Facundo Leal, allenatore argentino della Gito Clai che ha recentemente aperto una scuola di beach a Barcellona. «Non solo beach volley, ma anche sitting beach – racconta Leguizamon -. Il fine, sia nel beach che nel sitting, è quello di formare ragazzi e ragazze di qualità e realizzare una vera e propria scuola. Una scuola Clai che crei un percorso di alto livello e porti a risultati di alto livello, a qualunque età. Magari puntando già alle Olimpiadi giovanili del prossimo anno a Buenos Aires, a due passi da casa mia».

«Il trofeo delle Regioni è stata un’esperienza fantastica – chiosa Federica Bacci -. Queste settimane serviranno per prepararci al meglio in vista dei campionati italiani del 24 e 25 agosto. L’obiettivo? Sicuramente fare bene».


Article Tags:
Article Categories:
News Volley

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *