Playground, i risultati della giornata di ieri 

Anche la quinta giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground dei Giardini Margherita è andata in porto e non sono mancate le emozioni. Una serata in stile maratona, con tre gare giocate, che hanno visto l’esordio delle due finaliste dello scorso anno e la vincitrice dell’Ozzangeles Playground. Alle ore 19, i Kaffeina Koy’s, forti della vittoria dello scorso anno, in pieno stile Harlem Globetrotter, hanno piegato l’Angelica Trasporti, non ancora al completo. La gara delle 21,15 è stata la più avvincente, con Jus Banca Interprovinciale che ha superato di misura Matteiplast Alice Cus Bologna, grazie ad una grande prestazione di Marchetti, ma, soprattutto, per l’errore di Bartolozzi (schiacciata sul ferro) a meno di un minuto dalla sirena. Alle 23, invece, Mulino Bruciato Csi ha spazzato via i BV Infissi Art. Bo che, avendo strappato il pass per i Gardens vincendo il Playgorund di Ozzano, sono sopperiti sotto il visibile maggiore tasso tecnico e fisico degli avversari. Questa sera si ritorna agli orari consueti: alle ore 20,15 la lotta al vertice del girone D tra #sempreminors e Paddle Downtown; alle 22,00 l’ultima spiaggia per Angelica Trasporti contro Mulino Bruciato CSI, di certo non affaticato dalla sfida di ieri. Nell’intervallo tra le due gare, meteo permettendo, l’organizzazione ha deciso di premiare i ragazzi campioni d’Italia dell’Under 18 della Virtus Bologna. Nel caso in cui dovesse venire a piovere, la manifestazione verrà svolta nel Palazzetto dello Sport di Castenaso, in Via dello Sport. Domani, invece, in caso di maltempo, le gare in programma si disputeranno nella Palestra Moratello. Alle 20,15 palla a due tra Jus Banca Interprovinciale e Mercanzie Squad, con tre ragazzi della “Effe” in campo, a seguire, dalle ore 22,00, Gamabri Ingranaggi CAR contro Orplast Supermercati Metà, a chiusura di una giornata che potrebbe regalare i primi verdetti sorprendenti.KAFFEINA KOY’S-ANGELICA TRASPORTI 69-53

(12-16; 42-38; 55-48)

Kaffeina Koy’s: Nanni 2, Woldetensaye 12, Conti, Bastoni 8, Tinsley 15, Zhytaryuk 2, Cortesi 13, Gueye 5, Peroni 7, Dilas 5. All. Nannetti

Angelica Trasporti: Franceschini 8, Tinti 8, Sighinolfi 10, Pappalardo 2, Biguzzi 9, Beccari 1, Quaiotto 13, Midulla 2. All. Cinti

Kaffeina Koy’s riprende da dove aveva lasciato. Esordio vincente e messaggio chiaro e diretto a tutte le avversarie: per battere i campioni in carica bisogna dare il massimo. La prima squadra a piegarsi davanti ai campioni in carica è Angelica Trasporti, orfana di Charly Foiera, che regge per tre quarti di gara, ma crolla sul più bello. Partenza aggressiva dei ragazzi di Cinti, che grazie alle due triple consecutive di Sighinolfi, costringono i Kaffeina al timeout, dopo 4’45”, sul 2-12. La reazione degli “harlem” arriva immediata e passa per le mani di Cortesi, con 6 punti consecutivi a -1’10”. Le danze del secondo quarto sono aperte da Quaiotto che si alza dall’arco, Tinsley lo imita per ben due volte e Nanni sigla il sorpasso (21-20), dopo 1’46”. Il controsorpasso Angelica è di Pappalardo, ma Tinsley è scatenato e con altre due bombe allunga le distanze a +7 (28-21). Distacco invariato fino alle triple di Franceschini e Quaiotto che all’intervallo chiudono sul +4 Kaffeina (42-38). Biguzzi crede nel sorpasso e al ritorno sul campo accorcia (42-40), i ragazzi di Nannetti provano a gestire il vantaggio, difendendo bene, ma facendo confusione sotto canestro. Allora è ancora Biguzzi a prendersi le responsabilità maggiori, mettendo a referto la tripla del -1, a -6’03” (48-47). E’ il miglior momento per gli uomini in maglia verde, ma Cortesi dà il via ad un mini parziale di 7-1, che chiude il quarto sul 55-48. Gli ultimi dieci minuti si preparano ad essere incandescenti, con la tripla in apertura di Franceschini (55-51). L’mvp della gara Woldetensaye non ci sta, e con due triple segna il sentiero per la vittoria, aprendo il parziale di 14-2, che chiude l’incontro sul 69-53.

MATTEIPLAST ALICE-JUS BANCA INTERPROVINCIALE 67-72

(15-21; 32-34; 55-53)

Matteiplast Alice: Brighi A. 4, Brighi L. 16, Savio 4, Venturoli 2, Cacace 10, Serravalli 2, Iattoni 6, Bartolozzi 9, Pederzini 14. All. Lolli.

Jus Banca Interprovinciale: Dawson, Lombardo A. 13, Marchetti 15, Cacciuni, Giancarli 6, Magrini 5, Lombardo G. 4, Bertocchi 8, Nicolini, Donati 2, Zampolli 13, Elhadji 6. All. Totta.

Jus Banca Interprovinciale si è curata le ferite ed è pronta a vendicare la finale persa dell’edizione 2016. I ragazzi di Totta, guidati dal play della Effe Marchetti, Mvp di serata con 15 punti, fanno giustizia ai ‘fratelli fortitudini’ Raucci e Italiano e superano, in un match in cui a vincere è l’equilibrio, Matteiplast Alice Cus per 72-67. Le squadre restano a contatto per tutto il match e, tra sorpassi e rimonte, è l’errore di Bartolozzi, in chiusura, a regalare a Jus i due punti. In avvio è Matteiplast che dà il ‘bentornato’ alle ‘toghe’ dell’Avvocato Florio: 9-2, dopo 3’55” e time-out Jus Banca. Il minuto è oro per i ‘verdi’ che, tornati in campo, siglano un contro-break (14-1) ed il sorpasso. Jus mantiene il + 6 e va al primo riposo sul 15-21. Il ritmo continua ad essere alto anche nel secondo periodo, caratterizzato dalla sfida nella sfida tra fratelli: i Brighi in casacca blu; i Lombardo in verde. Le squadre restano a contatto e, tra sorpassi e controsorpassi, è l’1/2 in lunetta di Bartolozzi, a -25”, a mandare le squadre al riposo lungo sul 32-34. L’incontro corre sui binari dell’equilibrio anche al ritorno in campo: Jus Banca prova più volte lo strappo, ma Matteiplast non perde contatto e alla fine del terzo periodo è sopra di 2 (55-53). I ritmi restano intensissimi e l’equilibrio continua a far da padrone, fino a che, a -4’11”, due tiri dalla media di Brighi L. portano Matteiplast sul +6 (65-59). Il nazionale italiano basket 3×3 Zampolli si carica i suoi e, coadiuvato dall’1/2 di Marchetti in lunetta, riaccorciano sul -1 (65-64 a -2’25”). Bartolozzi prima fa respirare i ‘bianco-blu’ (+3 a -1’44”), ma poi commette un clamoroso errore: a -57”, tutto solo, schiaccia sul ferro. Contropiede Jus e -1 siglato da Elhadji, 4” dopo. A -37” Marchetti concretizza un gioco da tre che dà il +2 alle ‘toghe’ (67-69). Una gran difesa di Elhadji e i canestri dei soliti Zampolli e Marchetti chiudono la contesa e regalano a coach Totta una vittoria che fa ben sperare, nel girone che, fino ad ora, le previsioni non hanno sbagliato ad analizzare.

MULINO BRUCIATO CSI-BV INFISSI ART. BO 87-53

(16-11; 47-32; 62-42)

Mulino Bruciato CSI Bologna: Grilli 15, Picciolini 2, Montanari 5, De Pascale 4, Conversano 7, Ranuzzi 6, Sterpi F. 6, Montano 8, Pignatti 13, Cutolo 2, Minghetti 4, Liburdi 15. All. Sterpi L.

ART.BO BV Infissi: Lazzari 2, Bonazzi, Fioravanti, Tucillo 3, Guazzaloca A. 3, Cattaneo 2, Pierini 9, Grandi 5, Guazzaloca F. 16, Innocenti 13. All. Bastoni.

Tutto troppo facile per i ragazzi di ‘Bat’ Sterpi che sbranano Art. Bo., vincitori dell’Ozzangeles Playground, per 87-53, in un match in cui i valori emersi tra le due squadre hanno, sin da subito, messo in discesa la gara. Le squadre restano appaiate per sette minuti, poi Mulino Bruciato mette la freccia, manda tutti a referto e conquista una vittoria che serve a dare sicurezza e convinzioni a Montano & co. per il proseguimento del torneo. Pronti-via: Montano e Montanari hanno un altro passo e, dopo 1’53”, Mulino Bruciato conduce 6-0. Innocenti e Guazzaloca, intervallati dall’1/2 di Liburdi, accorciano sul 7-5 a -6’23”. Il tap-in di Ranuzzi, 27” dopo, ridà il +4 ai ‘neri’, ma Innocenti non ci sta e accorcia, a -5’02”, sul 9-7. La guardia della Effe inventa per Ranuzzi e il 2/2 di Guazzaloca Federico tiene ancora a galla gli ‘arancioni’ (11-9 a -3’19”). I valori emergono alla distanza ed il canestro di Pierini, a -27”, manda le squadre al primo riposo sul 16-11. La pausa non cambia la musica: i ragazzi di Sterpi continuano a trovare soluzioni, ma la tripla di tabella di Innocenti, a -4’57”, accorcia sul 28-24. Di lì in poi, Mulino Bruciato preme l’acceleratore e, con le triple consecutive di Sterpi e Liburdi, arriva sul +17, a -23” ed archivia la pratica. E’ il canestro di Guazzaloca F., autore nel complesso di 16 punti, a mandare le squadre al riposo lungo sul 47-32. I restanti due quarti sono una formalità: i ‘neri’, complice l’evidente gap tra i due roster, amministrano la gara, si divertono, risparmiano Montano e mandano a referto tutti gli atleti, chiudendo la gara sul +34, col punteggio di 87-53. I ragazzi di Sterpi si danno un arrivederci a questa sera, dato che, alle ore 22, affronteranno Angelica Trasporti, contro un banco di prova, si spera, superiore.


Article Categories:
News Basket Provinciale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *