Pallamano, microfoni a Martelli del Romagna

La sconfitta incassata a Modena brucia ancora in casa Romagna perché dalla trasferta sotto la Ghirlandina ci si aspettavano i primi punti stagionali. Ed il campo ha dimostrato che, in effetti, il livello tecnico dei canarini non è certamente superiore a quello di Rotaru e compagni.
La vera differenza tra le due compagini è da ritrovare soprattutto nell’approccio mentale al match e nei primi 15’ di gioco: il Romagna ha lasciato troppo spazio all’iniziativa di Di Matteo e soci, facendosi travolgere dall’impeto degli avversari che ha fruttato il break, già decisivo, di 9-2. Poi, per tutto il match, la squadra ha arrancato nel tentativo di accelerare in attacco alla ricerca della rimonta, commettendo, invece, parecchi errori al tiro.

Queste le parole del portiere bianconero Lorenzo Martelli:

“Abbiamo pagato i primi 10’. E’ stata la nostra grande pecca: probabilmente la pressione della partita importante, perché contro Modena sapevamo che potevamo giocarcela. Abbiamo sbagliato l’approccio e loro hanno avuto anche il vantaggio del campo a cui noi ci siamo dovuti abituare con il passar del tempo. Ci hanno colpito ad inizio partita, poi abbiamo giocato alla pari, ma non siamo mai stati in grado di poterla recuperare completamente.

Il lato positivo della trasferta è la risposta della squadra ad un break iniziale che non era facile da affrontare”.

Arriva il Carpi

Il primo di novembre alle ore 19 al PalaCavina, andrà in scena il derby che fino a sei mesi significava lotta per un posto nelle semifinali scudetto. Romagna-Carpi, invece, sarà l’occasione per la vincente di scrollarsi di dosso lo “0” in classifica.

Entrambe le formazioni sono “work in progress”, con un cantiere aperto dopo anni di battaglie al vertice. C’è da aspettarsi una sfida comunque intensa e ricca di spunti per il proseguo del campionato.
Campionato under 15

Faenza “A” – Romagna Handball 26-22 (pt 16-10)

Faenza: A.Chiarini, Babini 4, Degli Esposti 5, Ragazzini, Palli, Samorì, Iannettone 5, Giraldi 8, Laghi, Bandini, Zara 2, Tarroni, Satta. All: Pierangelo Chiarini

Romagna: Pulli, Zavagli, Vicchi 2, Tonini, Ramondini 3, Poli 1, G.Mengoli 3, C.Mengoli, Lubraco 3, Ariotti, Bianconi 8, Ballanti 1, Visani 1. All: Domenico Tassinari

 

I ragazzi di Domenico Tassinari cadono a Faenza nel derby in famiglia.

I biancoblu di Pierangelo Chiarini si impongono 26-22 al termine di una gara molto intensa, con il Romagna penalizzato dai troppi pali colpiti in fase realizzativa.

Nel primo tempo Faenza parte forte portandosi avanti 7-2 dopo pochi minuti, quindi amministra le 5 reti di vantaggio (10-5), chiudendo poi la frazione sul massimo vantaggio 16-10.

Al cambio campo arriva la reazione veemente di Bianconi e compagni che infilano un buon 5-1 di break per il 17-15: è questo il miglior momento per i ragazzi di Tassinari.

I manfredi reagiscono e si riportano avanti +6 sul 21-15 che segna definitivamente il match: inutile, infatti, l’ultimo allungo degli ospiti che cercano il tutto per tutto fino al 24-20, prima di cedere sul 26-22 alla sirena finale.

Da segnalare la grande rete di Poli nel finale di gara.


 

 


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *