Pallamano, il Romagna si ferma a Carpi

Terraquilia Carpi – Romagna 30-25 (p.t. 16-11)

Carpi: De Giovanni, Turini, Artioli, Beltrami 6, Ceccarini 8, Giannetta, Kere 2, Kovacevic 3, Leonesi, Malagola, Piccolo, Santilli 3, Sorrentino, Vaccaro. 8 All: Samir Nezirevic

Romagna: Martelli, Sami, Folli 2, Panetti 3, Minoccheri, F.Tassinari 5, Andalò 1, Golini, Filipponi, Chika 2, Bosi, Chiarini 2, A.Boukhris 1, Rotaru 9. All: Domenico Tassinari

Arbitri: Castagnino – Manuele

Il Romagna esce sconfitto dal derby di Carpi e resta all’ultima posizione della classifica con i bonus. Ora un weekend di riposo previsto dal calendario, quindi il derby che potrebbe decidere la stagione dei bianconeri: a Modena, sabato 17 marzo, i ragazzi di Tassinari affronteranno la Pantarei nella gara che, con ogni probabilità, definirà la prima retrocessione in Serie A2 del girone.

Contro il Terraquilia il Romagna non brilla, ma resta in scia dei biancorossi fino a pochi minuti dalla sirena finale, quando si ritrova a -3 sul 27-24, dopo aver recuperato ben 5 reti di scarto. A 4’ dalla sirena, gli ospiti tentano il tutto per tutto ma cedono in difesa, lasciando liberi i locali di raggiungere quota 30 sul tabellone.

Dopo la rete di Vaccaro al 4’ (3-1), il Romagna pesca il pareggio all’8’ sul 5-5 con il rigore di Folli. Ma è capitan Beltrami a lanciare il primo tentativo serio di fuga locale (9-6 al 16’), imitato da Ceccarini che firma il +4 (11-7 al 20’). Nella seconda metà della prima frazione per il Romagna segna solo Alex Rotaru che conclude il parziale con 8 reti in saccoccia. Carlo Golini resta ferito alla testa durante uno scontro di gioco: diversi punti di sutura ed un sospetto trauma cranico per il giovane centrale bubanese che viene escluso dalla contesa già nel primo tempo.

In apertura di ripresa, Ceccarini lancia il Carpi sul +7 (18-11 dopo 3’) e con altre due reti spedisce i suoi sul +8 (22-14 al 12’ per il massimo vantaggio di serata). Sarà l’ex di turno Andrea Santilli a firmare il 25-17 al 18’ di gioco. Nel momento di maggior difficoltà, il Romagna trova la forza di reagire e grazie ai veterani Fabrizio Tassinari (5 reti nella seconda metà di frazione) e Fabrizio Folli, trovano le reti per il -3 a 4’ dalla sirena finale. Carpi vacilla in difesa e sbaglia diverse transizioni offensive, regalando la palla agli ospiti che ringraziano e si riportano in linea di galleggiamento. Saranno le reti di Kovacevic, Beltrami e Kere Moise a modellare il 30-25 per gli applausi dei tifosi emiliani.

2^ giornata Poule Playout girone B

Carpi-Romagna 30-25 (pt 16-11)

Tavarnelle-Modena 25-18 (p.t. 10-9)

Classifica: Tavarnelle e Teramo 12, Carpi 8, Modena 4, Romagna 2.


Article Tags:
Article Categories:
News Sport Vari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *