Oggi amichevole, microfoni a coach Cavina

Coach siamo arrivati al termine della seconda settimana di allenamento: com’è la situazione in generale e cosa ti aspetti dall’amichevole?
“La situazione in generale della squadra è di grande carico, una squadra che sta lavorando ormai da due settimane e soprattutto questa settimana sono 8 giorni continuati di lavoro e quindi ovviamente ha molto carico fisico.

E’ una squadra che ha lavorato tanto, ma ovviamente un lavoro consapevole e pensato dallo staff.

La situazione fisica è buona, purtroppo abbiamo subito oltre all’infortunio di Pelliconi anche la distorsione alla caviglia di Cai che comunque non dovrebbe essere nulla di grave, al di la di questi due ragazzi però abbiamo ancora qualche acciaccato. 

Dall’amichevole mi aspetto una cosa in particolare che si veda già in campo l’identità di questo gruppo. Non mi aspetto ovviamente grandi cose dall’aspetto tecnico tattico ma mi aspetto tanto dal punto di vista dell’atteggiamento e dal punto di vista dell’insieme. Mi aspetto di vedere questo dalla prima amichevole come lo sto già vedendo dal primo giorno di allenamento.”

Inoltre è arrivato Bell ieri sera, cosa può portare dal punto di vista tecnico-tattico e dal punto di vista umano? 

“Ho parlato tanto con lui prima che arrivasse in Italia e in questi due giorni, devo dire che dal punto di vista fisico essendo lui un personal trainer nel periodo estivo sapevo che si sarebbe presentato in forma. 

Ovviamente adesso c’è l’aspetto del condizionamento atletico, della corsa su cui dovremmo lavorare tanto. 

Dal punto di vista umano so che porta esperienza, leadership e insieme a Michele Maggioli e Patricio Prato darà certamente una grossa mano al gruppo a crescere, anche fuori dal campo.

Tecnicamente lo conosciamo tutti: è una guardia che può giocare anche playmaker. 

In questa prima fase di pre stagione ricoprirà soprattutto il ruolo di guardia e poi sfrutteremo più avanti, qualora ci fosse la necessità, la sua duttilità a ricoprire anche il ruolo di playmaker.

Difficilmente lo vedremo in campo anche se si è già allenato con i ragazzi e ha già fatto un allenamento di 5 vs 5.”


Article Tags:
Article Categories:
News Andrea Costa

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *