Andrea Costa, è tempo di pensare al futuro 

La fase regolare del campionato di Serie A2 si è conclusa, ma già dal giorno dopo la vittoria della nostra squadra sulla Unieuro Forlì di Sabato 15 Aprile 2017, che ha decretato la matematica presenza nel campionato di A2 anche per la stagione 2017-2018, abbiamo letto inevitabilmente sui mezzi d’informazione, sui social etc.. articoli, interviste e commenti sulla prossima stagione sportiva, con ipotesi su chi rimarrebbe e su chi andrebbe via, nel gruppo dirigente, nella squadra e nello stesso staff tecnico.

Naturalmente noi non intendiamo prendere posizioni in positivo o in negativo, su quello che in questi giorni stiamo leggendo, ma è nostro dovere informare i nostri sponsor, i nostri tifosi e gli sportivi tutti, che in questo momento è lontano da noi esprimere giudizi su chi rimarrà ad Imola nel gruppo dirigente, oppure nello staff tecnico o nel roster giocatori.

Da questi giorni fino a metà giugno 2017 l’Andrea Costa Imola Basket ha ben altri problemi da risolvere, alcuni gia di nostra conoscenza e altri di cui abbiamo dovuto prendere atto in questa stagione sportiva.

Quelli a nostra conoscenza sono primo: oggi, mercoledì 26 aprile 2017, sono in sede gli ispettori della Comtec – “organo di controllo” della Federazione Pallacanestro per una verifica tecnica-amministrativa i quali, come faranno per tutte le 32 società di serie A2, esamineranno lo stato economico finanziario della società, soprattutto per quel che riguarda non solo l’attuale momento, ma anche le prospettive future.

Secondo: entro Martedì 2 Maggio 2017, dovremmo versare nelle casse della Federazione Italiana Pallacanestro € 20’000 (ventimila/00) a saldo competenze campionato 2016-2017 , che riguardano i costi di multe commutateci in questo campionato, il saldo costi arbitri e i contributi per i tesseramenti dei giocatori Dri e Rogic. 

Questo intervento è necessario per evitare sanzioni economiche, per evitare un’eventuale esclusione dal prossimo campionato 2017-2018.

Terzo: Entro Lunedì 15 Maggio 2017, dovranno essere depositate presso la Comtec (Federazione Italiana Pallacanestro) tutte le dichiarazioni firmate dai giocatori e allenatori, che hanno ricevuto entro quella data i compensi mensili di Gennaio, Febbraio e Marzo 2017.

Se questo non avvenisse scatteranno provvedimenti, come per Reggio Calabria, con punti di penalizzazione sulla classifica, da scontare nel prossimo campionato.

Successivamente il 15 Maggio 2017, vi sarà un primo incontro dei soci che dovranno prendere in esame l’attuale situazione economica e finanziaria della Società, per valutare quale impegno prendere per la prossima stagione sportiva e soprattutto come intervenire per sistemare l’extrabudget di € 130’000 per gli interventi effettutati sul mercato inerenti ai giocatori: Hubalek, Paci, Dri e Rogic.

Questo confronto dovrà concludersi, con una decisione dei Soci entro il 10 Giugno 2017. 

Personalmente ritengo sia necessario cominciare a prendere in esame, eventuali interventi finanziari esterni da Imola, tesi a rafforzare la compagine sociale della società, questo perchè ad Imola non ci sono le condizioni economiche per fare più di quello che abbiamo fatto fino ad oggi.

Noi siamo agli ultimi posti nella seria A2, come potenziali budget, per allestire i team sportivi, e prima o poi capiterà a noi quello che è successo a Recanati.

Nel confronto tra i soci, nel mese di Maggio 2017 è necessario, anzi è doveroso, porci una domanda “Imola non può dare più di quello che sta dando o non vuole dare di più? 

Dobbiamo attentamente valutare tutto questo, perciò non avremo la possibilità di pensare ad altro, perchè un’altra stagione sportiva come questa 2016-2017 difficilmente è gestibile.

Gian Piero Domenicali

Amministratore Unico

Andrea Costa Imola Basket


Article Tags:
· ·
Article Categories:
News Andrea Costa

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *